A- A+
Costume

 
Di Agrillo Valeriano

Ancora una volta lo stato, passata la tornata elettorale, si è dimenticato di una grave emergenza, ovvero quella relativa ai padri separati. Quattro milioni di uomini ostaggio della malagiustizia familiare, origine di disperazione, drammi personali che portano troppo spesso uomini (padri di famiglia magari da sempre miti, responsabili...) a commettere gesti che mai avrebbero compiuto se non si fossero trovati sull’orlo del baratro: cento suicidi/omicidi all’anno secondo statistica sono proprio legati alla solitudine, allo stento economico,alla perdita relazionale con i propri figli,alla violenza psicologica e ricatti morali che devono subire grazie ad uno stato non solo assente,ma addirittura vessatorio.

Non basta qualche aiuto economico, un temporaneo appoggio a qualche “casa dei padri separati”: bisogna radicalmente cambiare la legge, in modo che non vengano più considerati “genitori di serie b”. Nonostante l‘Italia sia stata nuovamente condannata dalla corte dei diritti dell’uomo di Strasburgo proprio per l’inadempienza sull’affido condiviso,nonostante Ci siano tuttora padri che rischiano la vita con scioperi della fame o che Vadano a piedi fino a Strasburgo proprio per rendere visibile il loro dramma,nonostante associazioni di genitori separati,psicologi,caritas, chiedono da anni che venga modificata la legge per riequilibrare i doveri/diritti economici e relazionali,lo stato non affronta il problema.. e intanto la gente,i padri,sprofondano sempre di più….


 
 

Tags:
padriseparatiemergenza
in evidenza
Diletta Leotta va in gol, da San Siro a Sanremo. Le foto

Sfilata da sogno e... da ridere

Diletta Leotta va in gol, da San Siro a Sanremo. Le foto


in vetrina
Gruppo FS: un totem al Binario 21 per ricordare le vittime della Shoah

Gruppo FS: un totem al Binario 21 per ricordare le vittime della Shoah

motori
Fiat Nuova 500 offre ricariche illimitate con il noleggio pay per use

Fiat Nuova 500 offre ricariche illimitate con il noleggio pay per use

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.