A- A+
Costume

Di Fabio Barzagli*
 
Dieci anni di attività con i padri e quasi 6 dalla fondazione di www.Paternita.Info - il portale oggi si rinnova completamente! Entrando troverete la nuova versione “semplice” che riduce le 1500 pagine a meno di 70 per una lettura più efficace! La versione “complessa” resta ed è importante per chi vuole approfondire. Oltre al rinnovato aspetto grafico troverete ben 5 proposte di legge per rimettere la famiglia e l’essere umano al centro della Vita del paese, risparmiando fino a 40 miliardi di euro l’anno. Cogliamo l’occasione di questa celebrazione per ricordare brevemente i motivi per cui dobbiamo oggi più che mai fare i padri, a cosa serve l’educazione, e perché essere un capo:
 
Il secolo scorso ci ha insegnato un concetto importante: "la realtà è relativa" - io aggiungo una parola - "la realtà umana è relativa" ovvero la realtà universale è una sola ma le nostre menti possono percepirne soltanto una parte, una visione parziale.
 
Per questo 1000 persone potrebbero tracciare 1000 direzioni diverse della società, e la società non andrebbe da nessuna parte (stile Torre di Babele). Succederebbe un po' come oggi, mondo di lobby, corporazioni e caste dove tutti tirano il carro in 1000 direzioni, ed il carro resta fermo.
 
Direzione ed armonia dunque sono necessarie, e la società non può funzionare senza buoni capi. I capi sono necessità fisiologica per una famiglia, una città, per uno stato e per ogni gruppo umano organizzato che vuole andare da qualche parte, costruire qualcosa, esistere.
La mancanza di capi, di direzione ed armonia viene definita oggi col termine "relativismo".
 
Ecco perché ai figli oltre l'indipendenza dobbiamo insegnare anche le nostre verità di padre. Libertà di pensare e scegliere da sole non bastano perché sono per l'essere umano una ricerca senza punto di partenza che porta ad una strada senza punto di arrivo.
Se siamo certi che la conoscenza è infinità e la verità mai osservabile nella sua completezza allora qualsiasi percorso che pensa di raggiungerle sarà un doloroso fallimento; se invece facciamo partire i nostri figli dallo scoglio paterno per arrivare ad uno proprio è cosa più umana, felice, per quanto appunto limitata possa sembrare vista dal grande occhio della Vita, o di Dio per chi crede.
 
Ricordiamoci chi sono i genitori: sono le due persone che agiscono l'imprinting iniziale nel figlio, sono per i primi 15-20 anni la gran parte dell'ambiente d'influenza. Da qui si intuisce come possano plasmarne la natura, sana o insana, buona o malvagia, mettere le basi per un futuro di inferno o di paradiso. L'imprinting avviene comunque anche se i genitori educano poco o niente, semplicemente provvederà l'ambiente esterno, il cervello del figlio comunque tenterà di prendere una forma precisa, di solito però in questi casi prevale il caos e le persone abbandonate a tale stato da adulte faranno grande fatica a trovare identità ed equilibrio personale.
 
Essere padre dunque vuol dire donare ai figli la capacità di senso, stabilità, un futuro migliore, perché possano sempre voltarsi e vedere con chiarezza da dove sono venuti, senza sentire mai alle spalle quel vuoto e buio spaventoso come il più profondo dei crepacci.
 
Un caro saluto e caloroso abbraccio a tutti i padri, alle madri, ai figli ed alle famiglie.
Buona visione.

*responsabile community http://facebook.com/paternita 
nuovo portale www.paternita.info

Iscriviti alla newsletter
Tags:
paternitàpadriseparati
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.