A- A+
Costume
Pillola dei 5 giorni dopo, boom di vendite

Contraccezione ormonale, aumento record di vendite della pillola del giorno dopo, educazione della sessualità sulle giovani donne, responsabilità dei ginecologi e della scuola: una conversazione a 360 gradi con uno fra i migliori esperti italiani del settore, Rossella Nappi, Professor associato della sezione  di Clinica Ostetrica e Ginecologica dell'Università degli Studi di Pavia.

Professore come avrà letto è stato registrato in questi giorni un aumento record di vendite della pillola dei 5 giorni dopo. E' più facile quindi ricorrere alla contraccezione di emergenza piuttosto che ad una programmazione delle gravidanze?

'Solo apparentemente è più facile, in realtà questo ricorrere alla pillola d'emergenza altro non è che una cartina di tornasole che evidenzia una serie di problematiche sulla sessualità, e al sud più che al nord, soprattutto di tipo culturale.

MOLTE BARRIERE SULLA CONTRACCEZIONE ORMONALE

Purtroppo in Italia esistono molte barriere nei confronti della contraccezione ormonale. A questo proposito è evidente, ad esempio, una sovrastima degli effetti collaterali e non invece un quadro chiaro del valore complessivo di una corretta contraccezione ormonale.

Troppo spesso, noi  ginecologi, siamo bravissimi nel fare le visite e nel curare il problema. Però forse non lo siamo altrettanto quando ci tocca fare comunicazione alle nostre pazienti, anche per mancanza di tempo. In questo le ostetriche dovrebbero essere più coinvolte.

UN PROGETTO DI VITA SESSUALE PIU' PROGRAMMATA

Che tipo di comunicazione dovrebbe essere fatta?

'Dobbiamo riuscire a far passare il messaggio che la scelta contraccettiva ormonale non solo ti evita una gravidanza indesiderata, ma soprattutto ti permette di fare un progetto di vita sessuale più programmata.
La donna italiana, parla pochissimo di questi temi, pensa di essere in grado di fare da sola. Fa molta fatica a prendere lei in mano il 'pallino' della propria vita riproduttiva e quando ha dubbi preferisce a volte lasciarlo nelle mani del partner.

OGNI DONNA DEVE VIVERE APPIENO LA PROPRIA SESSUALITÀ

Questa comunicazione deve essere fatta da voi ginecologi?

'Certamente e necessita di tempo. E' un discorso culturale con la donna, bisogna capire le sue aspettative e che tipo di vita sociale. Occorre presentarle con chiarezza i rischi/benefici e soprattutto gli aspetti positivi della contraccezione ormonale sulla qualità della vita sessuale. Ogni donna ha diritto di poter vivere la propria vita sessuale senza inutile angoscia ed avere gravidanze serenamente al momento giusto, se possibile non troppo tardi.

Anche la scuola gioca un ruolo importante?

'Direi basilare. Nei paesi nordici viene fatta una corretta educazione sessuale, chiaramente con messaggi adeguati all'età, ma fin dai 6 anni.
'Purtroppo non è così nelle nostre scuole e i ragazzi fanno il "fai da te".
Ci sono dei portali, come ad esempio www.sceglitu.it in collaborazione con la società italiana di ginecologia e ostetricia che mettono a disposizione, con lungimiranza, indicazioni chiare. Presentano tutte le problematiche e le opportunità esistenti in materia sessuale, sia dal lato fisico che psicologico. Purtroppo la maggioranza dell'informazione non è  sempre ben fatta.

Gli adolescenti sono i soggetti più a rischio per comportamenti sessuali pericolosi?

'Certamente, un po' perché è nella loro natura sentirsi invincibili e poi perchè attraverso i social sono convinti di sapere tutto.
Probabilmente lo  sono dal punto di vista del conoscere i diversi metodi ma non hanno un'adeguata preparazione psicologica per capire cosa è giusto per loro. Solo la famiglia, la scuola , o noi operatori di salute possiamo aiutarli a scegliere.
Ovvio che in situazioni di emergenza, quando sono confusi, ricorrono alla pillola del giorno dopo. Non la dobbiamo demonizzare ma dobbiamo invece promuovere i valori a 360 gradi di una buona contraccezione ormonale.

LA PILLOLA DEL GIORNO DOPO SOLO COME EMERGENZA

Bisogna pensare alla pillola dei 5 giorni dopo come ad un contraccettivo a cui ci si avvicina solo in casi emergenziali.
Questo contraccettivo, ripeto, deve rappresentare un' emergenza , non la routine'.
Insomma mai come adesso ogni donna ha diritto di vivere e programmare la sua sessualità, ma per decidere cosa è giusto occorre davvero una corretta informazione.
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
contraccezionesessualitàpillola del giorno dopo
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Look più sportivo e AMG Line di serie per la nuova Mercedes CLS

Look più sportivo e AMG Line di serie per la nuova Mercedes CLS


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.