A- A+
Costume
Rivoluzione bitcoin. Ecco i primi ristoranti dove li accettano
Ristorante Sticaus - Milano

Pagare il conto con i Bitcoin? Oggi è possibile in almeno un paio di locali italiani. Il primo è il ristorante pizzeria Sticaus, nel cuore del quartiere milanese. Primo in Italia a dare il benvenuto alla nuova moneta elettronica, i suoi tre capisaldi – carne pregiata, pizza sfiziosa e birra artigianale –  lo hanno reso il tempio del cibo genuino e del relax.
 
"Abbiamo deciso di accettare i pagamenti anche in Bitcoin – racconta Adelmo Fraccaro, proprietario del locale – perché rientra nel DNA di Sticaus sperimentare nuove soluzioni e idee e, allo stesso tempo, favorire il più possibile il nostro cliente. Con questa novità, infatti, avrà la possibilità di pagare il conto in un’altra valuta, fermo restando che lo scontrino sarà comunque battuto in Euro e l’Iva pagata in Euro per non rischiare di commettere alcuna irregolarità”.  

All’esterno del locale è possibile ogni giorno controllare su un cartello le indicazioni del cambio Bitcoin – Euro applicato in base alla quotazione delle ore 12. La valuta infatti cambia in continuazione, il prezzo è determinato dalla domanda e dall’offerta che si sviluppa sui mercati online. Al momento un Bitcoin corrisponde a 470 euro.

Ma anche a Bologna la rivoluzione è in corso, come racconta Il resto del Carlino. In via del Pratello, nel bar Vanilia & Comics da una decina di giorni non servono più gli euro per comprarsi un panino, bere una birra o fare colazione: il locale è il primo a Bologna e il secondo in tutta Italia ad accettare pagamenti in Bitcoin. La moneta virtuale è stata presentata negli spazi di Working Capital in via Oberdan da Gabriele Domenichini, massimo esperto bolognese di questo denaro del futuro.

“Ci ho messo mezz’ora a insegnare come usare questo tipo di pagamento”, spiega Domenichini, membro permanente della Bitcoin Foundation. Il meccanismo è semplice: i Bitcoin si possono comprare e vendere in mercati online. Una volta aperto il proprio “conto” virtuale, un algoritmo che corrisponde a un codice a barre Qr, ci si possono scambiare monete sia nel mondo reale che in rete. Per pagare il conto al Vanilia, per esempio, basta inquadrare con il proprio smartphone il codice Qr del bar. Un programmino ti mostra il corrispettivo del conto in euro e in Bitcoin, e i soldi vengono trasferiti.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ristorantebitcoinmilano
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.