A- A+
Costume

Di Attilio Doni

Faceva persino tenerezza vedere un direttore di giornale arrampicarsi sui vetri per sostenere l’insostenibile, calpestando ragione, buon senso e, magari senza rendersene conto, la propria dignità. E’ accaduto durante la trasmissione In Onda (La7 - 12 maggio), condotta da Luca Telese e Nicola Porro. Alessandro Sallusti, per dimostrare che è cosa giusta e normale che il ministro dell’Interno partecipi ad una manifestazione palesemente contro la giustizia, ha detto che Angelino Alfano è segretario di partito, come se si fosse trattato in un altro Alfano: quello che era a Brescia non era il ministro dell’Interno, era solo il segretario di partito... Era fuori di sé il buon Sallusti, avvelenato al punto da scagliarsi contro la presidente della Camera, Laura Boldrini, con una volgarità: “Deve smetterla di rompere i c... “. Quale la colpa di Laura Boldrini? Domenica sera, alle ore 22, vale a dire poche ore dopo il termine della manifestazione, non aveva ancora detto una parola contro i fascisti (così li ha definiti Sallusti), che a Brescia avevano insultato donne del Pdl. E se la presidente della Camera non era ancora informata? E se avesse intenzione di parlarne l’indomani? Perché tanto precipitoso livore, gentile direttore, contro una signora? Io capisco il suo amore per Silvio Berlusconi, ma perché tanto livore?

 

Tags:
sallustiboldrini

i più visti

casa, immobiliare
motori
Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw

Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.