A- A+
Costume

In Francia è stata già definita la rivolta delle curve: viaggia sui social network la battaglia #RockTheCropTop delle donne formose contro i principi della moda che le voglio quanto più possibile coperte.

E' stato Adam Glassman, direttore creativo della rivista "O" fondata e diretta da Oprah Winfrey ad affermare che le donne in carne dovrebbero evitare di indossare abiti che arrivino sopra l'ombelico, "a meno che non si possa mettere in mostra un vente piatto". Un invito arrivato per giunta in contrasto con i mantra di una produttrice che ha sempre incoraggiato tutte le donne a dare il meglio di loro stesse.
E' bastata questa breve dichiarazione ad allarmare fashion blogger e le giovani donne che ha lanciato l'hashtag #RockTheCropTop inondando di selfie Twitter e Instagram: "Dite a #oprahmagazine di baciare il mio pancione grasso".

Questa nuova mobilitazione riprende il concetto emerso già nel 2013 di prendere in giro le persone grasse che aveva dato vita ad una vera e propria mobilitazione contro i canoni imposti dalla moda. L'ultima mobilitazioni che viaggi in Rete si è fatta movimento: è il #fatkini che incoraggia le donne a mostrarsi in bikini nonostante le forme anche particolarmente rotonde.

Tags:
grassaombelico

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.