A- A+
Costume

I single non sono ‘bamboccioni’. A rivelarlo, una recente indagine condotta da Speed Date, agenzia leader in Italia nell’organizzazione di serate ed eventi per single, che ha chiesto a 2.000 dei suoi iscritti se e a che età fossero andati via di casa.

Dalla ricerca, è emerso che oltre il 60% dei single ha lasciato il tetto familiare in media a 20 anni, cercando di combinare nel migliore dei modi studio e lavoro e mantenendosi da soli.

Secondo Giuseppe Gambardella, fondatore di Speed Date e Speed Vacanze, tour operator specializzato in viaggi di gruppo e crociere per single, “Questo dato è evidentemente in controtendenza con quella che è la situazione nel nostro Paese, in cui i giovani difficilmente, sia per scelta sia per manifesta impossibilità, abbandonano la casa dei genitori. È un dato che dà morale e fa capire come siano gli spiriti liberi per primi a cercare di ovviare alla crisi, rimboccandosi le maniche e tutelando la loro indipendenza”.

Andare a vivere da soli è un passo importante, dettato principalmente dalla voglia di essere liberi e autonomi, svincolati dagli orari e dai doveri che giustamente esistono e vanno rispettati vivendo a casa con mamma e papà.

Questa decisione comporta necessariamente l’assumersi e il farsi carico di tutte quelle responsabilità e attività di cui non ci si preoccupa vivendo con i propri genitori: pulire casa, pagare le bollette, fare la spesa, solo per citarne alcune. “In questo – continua Gambardella – i single, oltre che intraprendenti, si dimostrano essere anche molto puntigliosi: mantengono in ottimo stato la casa, sono maniaci dell’ordine e attenti che il frigo sia sempre pieno di alimenti salubri”.

Tornando ai dati affiorati dalla ricerca, è risultato che il 27% dei single lascia la casa dei genitori solo dopo aver completato gli studi universitari o dopo aver trovato un lavoro stabile, in media 28/30 anni. “In questo caso – commenta Gambardella – emerge il senso di responsabilità degli spiriti liberi che decidono di non compiere passi affrettati solo per la frenesia di essere liberi, ma di gettare le basi e garantirsi l’opportunità di un futuro florido e positivo”.

Il rimanente 13% dei single che ha preso parte al sondaggio ha dichiarato che non esiste un’età giusta per andare a vivere da soli, che in tutti - spiriti liberi e non – esiste il desiderio di libertà e di indipendenza ma che si tratta di una scelta che deriva da una serie di situazioni tra loro interrelate: per esempio, la possibilità di acquistare o pagare l’affitto di un appartamento che dipende a sua volta dall’avere o meno un lavoro stabile.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
singlebamboccioni
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.