A- A+
Costume
Topshop, camerino "gender neutral". Addio distinzione uomo-donna
Fonte: foto Instagram

Uomini e donne divideranno gli stessi camerini per la prova degli abiti. Scelta rivoluzionaria da Topshop, che introduce così il camerino "gender neutral". Una nuova policy introdotta a ottobre, ma attorno al caso si è sollevata l'attenzione mondiale solo ora: a scatenare la polemica è stato il rifiuto, da parte del personale, di lasciare che il performance artist transgender Travis Alabanza usasse i camerini di Topshop e l'indicazione di usare le cabine di Topman.

A raccontare il fatto sui social è stato lo stesso Travis Alabanza. Topshop ha allora replicato: "Tutti i clienti di Topshop e Topman sono liberi di usare qualsiasi camerino all’interno degli store". Ma la polemica a livello mondiale non si placa.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
topshop camerino gender neutraltopshop gender neutraltopshop camerino
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.