A- A+
Cronache

 

traffico autostrada 1

Una signora di Teramo viaggiava normalmente in autostrada a una media superiore ai 250 chilometri orari Poi ha riscevuto ben 18 multe in una settimana e allora ha pensato di denunciare la falsa clonazione della targa della sua auto.

La furbata le è costata una denuncia per simulazione di reato dagli agenti della squadra di polizia giudiziaria della Polstrada di Teramo. Le multe sono arrivate dopo le rilevazioni del sistema Tutor sulla rete autostradale A/14 e A/1. Le indagini, poi, hanno fatto emergere che l'automobile di grossa cilindrata, in uso al marito, era proprio quella della donna che aveva sporto denuncia. Ora, oltre a dover pagare le multe, la donna si vedrà anche sospendere la patente di guida

Tags:
autostradavelocitàmultateramo
in evidenza
"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari

La kermesse a Ceglie dal 26 al 28 agosto - Il programma

"Speriamo che sia femmina?": la possibile svolta politica in anteprima alla Piazza di Affari


in vetrina
Scatti d'Affari GAP a Milano, chiude il negozio dopo 12 anni. Giù la serranda dal 7 ottobre

Scatti d'Affari
GAP a Milano, chiude il negozio dopo 12 anni. Giù la serranda dal 7 ottobre





casa, immobiliare
motori
Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22

Al Monterey Car Week Aston Martin svela la DBR22


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.