A- A+
Cronache
Aereo scomparso, 300 oggetti individuati in mare dai satelliti

Un satellite thailandese ha avvistato circa 300 oggetti galleggianti nel sud dell'Oceano Indiano, che potrebbero essere collegabili all'aereo malese scomparso l'8 marzo scorso. Gli oggetti sono di grandezza variabile, tra i due e i cinque metri, dispersi in un'area di circa 2.700 chilometri a sud-est di Perth. Le immagini sono state scattate lunedi' dall'unico satellite di osservazione terrestre thailandese. 

Le famiglie cinesi ricevono i primi indennizzi - Le famiglie dei 153 passeggeri cinesi a bordo del volo MH370 della Malaysia Airlines scomparso l'8 marzo scorso hanno iniziato a ricevere i primi indennizzi dalle compagnie di assicurazione cinesi. Lo hanno confermato le stesse compagnie di assicurazione all'agenzia Xinhua. Tra queste, c'e' anche la maggiore compagnia di assicurazione cinese, China Life, che ha 32 clienti con familiari a bordo del Boeing 777 della Malaysia Airlines, affondato nell'Oceano Indiano meridionale. China Life ha gia' versato 4,17 milioni di yuan alle famiglie, pari a circa 487mila euro.

La China Pacific Insurance di Shanghai ha invece emesso una prima tranche di pagamenti per 525mila yuan, poco piu' di sessantamila euro. Poco meno, invece, 500mila yuan (58400 euro) sono stati versati dalla Sunshine Insurance ai familiari di una famiglia di tre persone scomparsa nella tragedia. Le ricerche del volo MH370 della Malaysia Airlines sono state sospese per la giornata di oggi a causa del maltempo sull'area dell'Oceano Indiano meridionale dove si stanno concentrando gli sforzi delle squadre di ricerca del Boeing 777 scomparso nella notte tra il 7 e l'8 marzo scorso. Si tratta della seconda sospensione degli ultimi tre giorni e arriva a poche ore dall'annuncio dell'avvistamento di altri oggetti che potrebbero essere, almeno in parte, riconducibili all'aereo scomparso.

Dall'hotel Lido di Pechino, intanto, le famiglie dei 153 passeggeri di nazionalita' cinese a bordo del volo MH370 hanno chiesto di nuovo risposte all'ambasciata malese a Pechino, e lamentato l'assenza di notizie ufficiali riguardo agli sviluppi della vicenda. Bersaglio delle polemiche sono soprattutto il CEO di Malaysia Airlines, Ahmad Jauhari Yahya, che non avrebbe mantenuto alcuna delle promesse fatte dalla compagnia aerea ai parenti cinesi delle vittime, e l'ambasciatore malese a Pechino, Iskandar Sarudin, che non sarebbe riuscito a essere di conforto alle famiglie ed e' stato accusato di avere pregiudizi anti-cinesi. Tra i parenti in attesa, c'e' anche chi non crede alla versione ufficiale fornita dal primo ministro malese, Najib Razak, che lunedi' sera ha confermato "al di la' di ogni ragionevole dubbio" che il volo della Malaysia Airlines aveva terminato la sua corsa nell'Oceano Indiano meridionale e che non c'erano superstiti.

Tags:
aereomalaysiafamiglieindennizzi
in evidenza
Vacanza da sogno per i Ferragnez In Puglia tra masserie di lusso

Savelletri, Torre Canne e...

Vacanza da sogno per i Ferragnez
In Puglia tra masserie di lusso

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.