A- A+
Cronache

Duecentomila ragazzini fra i 14 e i 17 anni spendono i soldi a loro disposizione e quelli che si procurano ( il più delle volte illegalmente ) in scommesse e giochi on line e nelle macchinette , in spregio a tutte le leggi esistenti : è un allarme sociale che continua a essere sottovalutato.

Lo affermano in una nota la prof.ssa Donatella Marazziti, associato di Psichiatria all'Università degli Studi di Pisa, e il giornalista mario Campanella Ogni mese spendono circa 15 20 mln di euro, 250 l'anno- proseguono Marazziti e Campanella- raccattandoli da paghette , extra budget familiari e da attività collaterali quasi sempre illecite e consumate in famiglia ( furto di denaro e di gioielli).

Il Parlamento ha approvato le nuove norme sulla ludopatia- continua la nota- ma non abbiamo notizia di locali distanti trecento metri in linea d'aria dalle scuole sequestrati per la presenza delle macchinette : è un'altra ipocrisia italiana che vede da un lato lo Stato allibratore e dall'altro pessimo operatore sociale Per Marazziti e Campanella " bisogna affidare risorse al Dipartimento Antidroga riunificando tutte le competenze in materia di dipendenza non chimica e agendo anche in fase repressiva: una cosa che si tende quasi a rimuovere" I dati sulla ludopatia -concludono Marazziti e Campanella- sono destinati ad aumentare progressivamente anche nella fascia adolescenziale , per una sorta di meccanismo di inglobazione che assorbe i desideri dei giovani , facendoli vivere su un'eterna dimensione di sfida e di scommessa".

Tags:
ludopatia
in evidenza
Non solo caldo africano... Attenti ai temporali violenti

Meteo, eventi estremi

Non solo caldo africano...
Attenti ai temporali violenti

i più visti
in vetrina
Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico

Zity: a Milano il nuovo carsharing 100% elettrico





casa, immobiliare
motori
Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella

Mercedes me Charge le nuove offerte per i clienti elettrificati della Stella


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.