A- A+
Cronache
Alfano: "A ottobre stop a Mare Nostrum"

Ministro, dopo la presa di distanza di Renzi, nel suo vocabolario c'è ancora il termine "vu cumprà"? Angelino Alfano accende nervosamente il tablet, lo apre sulla Treccani, e, mostrando le pagine delle voci che iniziano per "V", replica: "Lo vedete? anche sull'enciclopedia esiste questa espressione, e spiega che è uno slang giornalistico". Anche se, più tardi, è la stesso Istituto dell'enciclopedia italiana a precisare in una nota: "Nella propria base dati lessicale, Treccani registra l'espressione 'vu cumpra a scopo di documentazione, senza volerne in alcun modo legittimare l'uso. In altre sezioni del portale, trattando in forma più distesa di questa specifica espressione, ne sottolinea espressamente il registro d'uso spregiativo".

 Ma il titolare del Viminale non è pentito di aver utilizzato, lui che è un politico, un'espressione di conio giornalistico bandita da tempo dagli stessi giornalisti in quanto considerata latrice di uno stigma razzista. Lo ha ribadito, oggi, a margine della tradizionale conferenza stampa di Ferragosto sulla sicurezza del Paese svoltasi al Viminale.

Conferenza iniziata con una battuta spiritosa (com'è peraltro nel suo stile) del ministro presentando, al primo videocollegamento, l'operatrice del Centro nazionale di coordinamento dell'imigrazione: "La vedo accanto a una gigantesca cartina geografica dell'Italia e del mondo....". Ma la poliziotta lo gela. "Purtroppo è in arrivo un nuovo barcone con 213 migranti. Sono eritrei. Due sono morti". Alfano rilancia: "Con il nostro lavoro, abbiamo evitato che il grande lago del Mediterraneo diventasse un lago di morte. Stiamo combattendo gli sfruttatori dei migranti in tutta la filiera, in un anno abbiamo arrestato 541 mercanti di morte". "Gli italiani - dice - sono campioni mondiali dell'accoglienza". A proposito di immigrazione, Alfano annuncia che a "ottobre ci sarà il primo compleanno dell'operazione di soccorso mare nostrum". Ma, precisa, "non ci sarà il secondo compleanno: durante il semestre italiano all'Ue, farò in modo che del problema se ne faccia carico Frontex, con adeguati stanziamenti economici per tutelare le frontiere del Sud Europa, che sono una specificità per l'Italia essendo frontiere di mare".

Il questore di Bari, di fresca nomina, annuncia che la situazione nel capoluogo pugliese è rassicurante". Non si capisce bene in che senso, però, visto che subito dopo parla di una "scintillante effervescenza criminale", di "una attività predatoria che ha preso di mira le farmacie", della ricerca di un "latitante, tal Genchi". E di una "emergenza scippi contro la quale ci stiamo attrezzando con i falchi", gli agenti in borghese motociclisti. Alfano coglie l'occasione per annunciare che a settembre "il Viminale coinvolgerà i sindaci per la gestione, tutti insieme, della sicurezza urbana". "Affluenza di turisti ordinata" nella zona di Livorno", fa sapere un colonnello dell'Arma in collegamento dalla compagnia di Cecina. Un ufficiale della guardia di finanza informa da Reggio Calabria che, "arrivo degli eritrei a parte, la situazione è serena". Alfano ne approfitta per "ringraziare la Gdf per la lotta alla contraffazione". Senza più citare i "vu cumprà", il ministro sottolinea come la lotta alla contraffazione tuteli "il made in Italy e quei commercianti che, vessati dalla burocrazia e dalle tasse, subiscono la concorrenza sleale dei produttori dei marchi falsi che rubano posti di lavoro al lavoro legale degli italiani". "Dall'inizio dell'operazione "spiagge sicure"- informa - sono stati già convocati 93 comitati povinciali per la sicurezza. Sono state emenate numerose direttive locali. E l'azione di contrasto si trasferirà a settembre dalle spiagge alle città. Una volta al mese sarà convocato il Comitato nazionale per la sicurezza per fare il punto".

Quindi ricorda come il "porto di Gioia Tauro, strategico dal punto di vista della criminalità e per questo sorvegliato dalle forze dell'ordine, rappresenti comunque una ricchezza per la Calabria". Il videocollegamento con la protezione civile consente di apprendere che "è in corso un monitoraggio approfondito sull'attività vulcanica dell'Etna e di Stromboli". I vigili del fuoco ("Nella mia hit parade - chiosa Alfano - sono i più aplauditi, a loro va la gratitudine degli itliani"), confermano che quaranta pompieri sono al lavoro, a Genova, sul relitto della Costa Concordia, fino al 20 agosto, "alla ricerca del disperso". "Oggi, in Italia - spiega il titolare del Viminale - sono operativi 4923 vigili del fuoco". Quindi ribadisce quelle che definisce "cifre impressionanti, 681616 interventi in un anno dei vvff, 33370 di questi, cosa spiacevole, per incendi che hanno distrutto oltre 13mila ettari di boschi".

Rispondendo alle domande dei giornalisti sulla spending review, conferma la volontà del Viminale di trasferire le sedi delle forze dell'ordine con gli affitti più esosi in parte della caserme dismesse concesse in uso alle città italiane dal ministro della Difesa. Precisa, a proposito dell'unificazione delle forze dell'ordine, che "è favorevole a riformare cose che non funzionano, ma non è d'accordo a tagliare con la mannaia: bisogna pensarci bene prima di smontare ciò che funziona".

Tags:
alfano
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.