A- A+
Cronache
Anche i cani soffrono di gelosia: sfatato il tabù. “Il padrone è tutto mio"

I cani soffrono di gelosia? A sfatare il tabù che vede i veterinari sostenere l'assenza antropologica del sentimento della gelosia da parte dei cani, arriva uno studio che sostiene che i cani possono sperimentare la gelosia se immaginano il loro padrone interagire con un altro esemplare.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Psychological Science, condotto dagli scienziati dell’Università di Auckland, che hanno coinvolto 18 cani e i loro proprietari. Il team ha portato i partecipanti in una stanza in cui era presente il fantoccio di un cane, inizialmente accarezzato dai proprietari in modo che l’animale potesse vedere la situazione. Nello scenario successivo nell’ambiente è stato posizionato uno schermo in modo che i cani non potessero osservare il loro proprietario, ma solo immaginare che stesse interagendo con il ‘rivale’ artificiale. Gli scienziati hanno esaminato il comportamento dei cani, che esprimevano segni rivelatori di gelosia, ringhiando e manifestando agitazione.

“Il nostro lavoro supporta una teoria che molti proprietari di cani sostengono fermamente da tempo – sottolinea Amalia Bastos dell'Università di Auckland – che riguarda la capacità dei cani di mostrare un comportamento di gelosia anche quando non vedono direttamente l’interazione del padrone con un potenziale rivale”.

“Volevamo analizzare questo atteggiamento nel modo più completo possibile – aggiunge la ricercatrice – per valutare la capacità dei cani rappresentare mentalmente una situazione in grado di suscitare gelosia. Questi risultati suggeriscono che i nostri amici a quattro zampe, pur non vedendo il padrone riversare attenzioni su un altro esemplare, possono immaginare la situazione e provare gelosia”.

I ricercatori hanno utilizzato un simulacro a quattro zampe estremamente realistico e un cilindro di pile, verso il quale i cani sembravano provare livelli di gelosia inferiori.“Saranno necessari ulteriori approfondimenti – conclude Bastos – per stabilire la portata delle somiglianze tra le menti umane e quelle di altri animali, specialmente in termini di comprensione della natura delle esperienze emotive. Non possiamo stabilire se i cani siano in grado di provare gelosia come la percepiamo noi, ma abbiamo dimostrato che i nostri amici a quattro zampe reagiscono a situazioni che inducono un sentimento simile, anche se non possono vedere effettivamente l’azione del padrone”.

Commenti
    Tags:
    canianimalicani gelosigelosia canistudio gelosia canipsychological science
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme dopo 17 anni!

    Ritorno di fiamma

    Jennifer Lopez e Ben Affleck di nuovo insieme dopo 17 anni!

    i più visti
    in vetrina
    Ibrahimovic (out per il ginocchio) presenta la nuova maglia del Milan (foto)

    Ibrahimovic (out per il ginocchio) presenta la nuova maglia del Milan (foto)





    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel lancia il Rally Design Kit per la Corsa-e

    Opel lancia il Rally Design Kit per la Corsa-e


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.