A- A+
Cronache
safas

La sua non è stata una scelta. Ma i suoi soldi, tantissimi, sono finiti tutti allo Stato. Un anziano di Belluno è morto senza eredi e senza aver lasciato un testamento. I quattro milioni del suo conto corrente, i suoi beni immobili tra Belluno e Venezia e una proprietà in Messico ereditata dal fratello finiscono nelle casse statali. Anche la provincia di Belluno vuole una parte della sua fortuna. Indagato il medico che curava il deceduto: aveva elaborato un piano per impossessarsi del "tesoro"...

Il medico bellunese, 50 anni, aveva assistito l’anziano nei suoi ultimi anni facendosi firmare, come spiega il Corriere del Veneto, anche una procura generale. L’anziano, 76 anni, è morto in una struttura che ospita malati terminali situata a fianco dell'ospedale San Martino di Belluno, stroncato appunto da un male incurabile. Il decesso riapre la questione dell’eredità.

Ma ecco l'elenco completo dei suoi beni: depositi di contanti per circa quattro milioni di euro e beni immobili tra Belluno e Venezia a cui si aggiunge una proprietà ereditata dal fratello defunto dal 2009, in Messico del valore di circa dieci milioni di euro. Senza eredi legittimi e in assenza di volontà testamentarie secondo l’ordinamento italiano spetta tutto allo Stato.

Tags:
anzianotestamento
in evidenza
Blasi, fuga romantica in Trentino È giallo sull'accompagnatore

Ilary in vacanza sui monti- FOTO

Blasi, fuga romantica in Trentino
È giallo sull'accompagnatore


in vetrina
Automotive ALD2Life continua a crescere: nel 2022 quattromila nuovi contratti

Automotive
ALD2Life continua a crescere: nel 2022 quattromila nuovi contratti





casa, immobiliare
motori
Nave Destriero: da 30 anni un record imbattuto

Nave Destriero: da 30 anni un record imbattuto


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.