A- A+
Cronache
Arezzo, spara e uccide la moglie anziana e malata: arrestato

Arezzo, spara e uccide la moglie anziana e malata: arrestato

Ennesimo femminicidio, questa volta ad Arezzo, dove una donna è stata uccisa in casa dal marito in zona Giotto, nella città toscana. La tragedia è avvenuta intorno a mezzanotte: l’uomo, un 80enne, dopo aver sparato alla moglie ha chiamato e atteso l’arrivo della polizia. L’omicida, riporta Sky Tg 24, ha subito confessato, raccontando di aver colpito la moglie con un colpo di pistola perché totalmente logorato dalla grave malattia della donna.

La vittima, 72 anni, da tempo era affetta da Alzheimer e il marito faticava ad accudirla. Sul posto sono arrivate ambulanze del 118 e la polizia di Stato. L'ottantenne è attualmente sotto choc in Questura ad Arezzo. L'arma utilizzata per l'omicidio era regolarmente denunciata.

LEGGI ANCHE: Pierina, primo interrogatorio per Louis. E Manuela punta sulla premeditazione

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in Rete

Esteri

Affari in Rete


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.