A- A+
Cronache
inquinamento 1 400

"Siamo in un Paese in cui i processi penali in materia di amianto non si fanno, nemmeno nelle zone in cui i casi di mesotelioma sono molto diffusi. Si dovrebbe cercare di capire perche' questo avvenga". Lo ha detto il pm di Torino, Raffaele Guariniello, che ha rappresentato l'accusa nel processo Eternit, durante il suo intervento all'incontro di presentazione del Piano nazionale amianto.

"Sono stato in molte regioni italiane - ha spiegato Guariniello - e ho parlato con procuratori della Repubblica, con lavoratori e con cittadini, prendendo atto che i casi di tumori provocati dall'amianto non sono mai stati segnalati all'autorita' giudiziaria. Le conseguenze sono devastanti, perche' si diffonde tra le imprese l'idea che le regole ci sono ma si possono violare senza incorrere in responsabilita' penali e si diffonde tra le vittime un senso di giustizia negata". Guariniello ha anche chiesto al ministro della Salute Renato Balduzzi, presente ai lavori, di "istituire un Osservatorio sui tumori professionali, in particolare da amianto, che alimenti interventi immediati degli organi di vigilanza e dell'autorita' giudiziaria", e ha ribadito la sua proposta di creare "una Procura nazionale sulla sicurezza del lavoro".

A partire dalla prossima riunione, al tavolo di confronto coordinato dal ministero del Lavoro che deve valutare come si possano aiutare concretamente le parti lese nel processo Eternit, "prendera' parte anche una rappresentanza dell'Avvocatura generale dello Stato". Lo ha annunciato durante l'incontro il Ministro della Salute, Renato Balduzzi.

Il Piano, che definisce le linee di azione da intraprendere nel medio e lungo termine nelle tre macro-aree della tutela della salute, della tutela ambientale e della sicurezza del lavoro e tutela previdenziale, e' all'esame della Conferenza unificata (composta da rappresentanti di Stato, Regioni, Province e Comuni), che dovrebbe esprimere le sue considerazioni giovedi' prossimo, e verra' successivamente presentato al Parlamento. "Sulla vicenda Eternit - ha precisato Balduzzi - giustizia deve essere fatta; ma deve essere effettiva, non solo scritta in atti formali. In questo momento, comunque, lo Stato non e' assente: tutti stanno facendo la propria parte".

FAMILIARI VITTIME, ABBIAMO BISOGNO SOSTEGNO PSICOLOGICO - ''Abbiamo ancora molto bisogno di sostegno psicologico''. E' l'accorata richiesta venuta dalla presidente dell'Afeva, l'associazione che riunisce i familiari delle vittime dell'amianto, Romana Blasotti Pavesi, durante il suo intervento all'incontro di presentazione del Piano nazionale amianto, a Casale Monferrato. Alcuni studi, e' stato spiegato nel corso degli interventi, hanno rilevato una diffusa ''sindrome post-traumatica da stress'' nella popolazione di Casale. ''Dopo il processo Eternit - ha confidato Blasotti Pavesi ai giornalisti a margine dell'incontro - mi sono resa conto di quanto sia ancora importante un sostegno psicologico per superare la tristezza, il dolore continuo, il non vedere un finale a questa vicenda''.

A TARANTO PIOMBO NEL SANGUE DEI BIMBI - Intanto continuano a emergere casi drammatici da Taranto, città devastata dall'inquinamento. Come riporta Metro, a nova bambini tra i 3 e i 6 anni è stato riscontrato del piombo nel sangue. Sono tutti residenti nel sobborgo di Statte, la zona più esposta insieme al quartiere Tamburi ai fumi dell'Ilva, secondo alcune associazioni ambientaliste responsabile dell'inquinamento ambientale. Tutti i bimbi hanno tra i 22 e i 36 microgrammi di piombo nel sangue.

Tags:
ariaacquaveleno
in evidenza
Dayane Mello bacia Dana Saber Ecco chi è la misteriosa modella

Pomeriggio rovente a Milano

Dayane Mello bacia Dana Saber
Ecco chi è la misteriosa modella

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
FIAT presenta il Sanitizing Glove Box: igienizzare piccoli oggetti

FIAT presenta il Sanitizing Glove Box: igienizzare piccoli oggetti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.