A- A+
Cronache
Arma, scade il mandato di Gallitelli. Ma Renzi lo lascia al suo posto

LO SCENARIO PREVISTO DA AFFARI/ Gallitelli resta fino a dicembre o a giugno 2015 quando Franco Gabrielli diventerà capo della Polizia

IL CASO/ Carabinieri e Aisi, terremoto in arrivo. Gallitelli-Esposito via a fine ottobre

L'INTERVISTA DI AFFARI/ "Tentativi per far restare Gallitelli. Renzi non si pieghi ai generali"

Il 31 ottobre è arrivato. Il comandante dell'Arma dei Carabinieri, Leonardo Gallitelli, dovrebbe andare in pensione per effetto della norma sulla P.A. che elimina il trattenimento in servizio dei dipendenti pubblici. Ma, come aveva anticipato Affaritaliani.it, il generale resta al suo posto. Fino al 31 dicembre, forse anche fino a giugno 2015, quando Franco Gabrielli può diventare capo della Polizia. Renzi non rottama i militari...

Il caso è quello spiegato da Affaritaliani.it in due diversi articoli. Il 30 settembre spiegavamo come la nuova norma sulla Pubblica Amministrazione creava il caso interno all'Arma e all'Aisi, con l'eliminazione del trattenimento in servizio dei dipendenti pubblici. Il 17 ottobre tracciavamo uno scenario descritto da fonti di primo livello secondo le quali Gallitelli sarebbe rimasto al comando almeno fino a dicembre, se non addirittura fino al prossimo giugno, quando si fa sempre più insistente la voce secondo la quale Franco Gabrielli (Protezione Civile) diventerà nuovo capo della Polizia. L'invito a Renzi di applicare la norma all'Arma, fatto anche da Luca Comellini, segretario del Partito per la tutela dei diritti di Militari e Forze di Polizia, è rimasto inascoltato. Si parla di alcune tensioni, anche interne all'Arma, con qualcuno che non esclude forme di protesta come quella di togliere la foto del comandante generale che bisogna obbligatoriamente tenere in ogni ufficio al fianco di quella del Presidente Napolitano.

Renzi e il Pd hanno tenuto un basso profilo sulla vicenda, così come l'Arma, mantenendo il silenzio più assoluto. L'amministrazione dell'Arma ha deciso di non applicare la norma e l'ufficio legislativo potrà dare la sua interpretazione solo quando e se la questione verrà sollevata. Gallitelli resterà dunque senza bisogno di alcuna proroga e potrà occuparsi delle commissioni di avanzamentgo di colonnelli e generali perché si è deciso di interpretare la nuova norma come non applicabile ai militari, rinviando di fatto la patata bollente della nuova nomina a tempi migliori. Questo nonostante Roberto Giachetti,vicepresidente della Camera, e Massimo Artini, vice presidente della Commissione difesa della Camera, avessero sostenuto in due interviste al portale Tiscali che la legge si applicasse anche all'Arma. Tullio Del Sette, capo di gabinetto del ministro Pinotti e favorito per la successione, può attendere. Con lui anche il vice comandante generale dell'Arma Ugo Zottin, l'altro nome caldo. Fatto sta che per ora Gallitelli resta ancora al suo posto. Il tutto mentre invece Francesco Cirillo, il vice capo della Polizia, è costretto a lasciare...

Tags:
gallitellicarabinieri
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.