A- A+
Cronache

L'assessore all'Istruzione del Comune di Jesi Barbara Traversi, 36 anni, ha tentato il suicidio gettandosi dal terzo piano del Palazzo comunale. È ricoverata in gravissime condizioni nell'ospedale di Torrette ad Ancona. Ai familiari, il marito e due figli, ha lasciato un biglietto di scuse.

Ancora da chiarire i motivi del gesto della donna, che, stando a quanto si è appreso, potrebbero essere di natura personale. La Traversi è un'insegnante, chiamata a far parte della giunta del sindaco Massimo Bacci, eletto con una lista civica. Ricopre anche le deleghe alle Pari opportunità e alle Politiche giovanili. Stamani era al lavoro come sempre nel suo ufficio. È stata a colloquio con alcuni dipendenti, poi, una volta che l'ultima persona presente è uscita dall'ufficio, ha avvicinato una sedia ad una delle finestre e si è lanciata nel vuoto, da un'altezza di circa 18 metri. Il volo è finito su una rampa di scale, le «Scalette» del centro storico. A scoprire quanto era successo è stato poi uno dei dipendenti, che ha dato l'allarme.

Tags:
jesisuicidioassessore
in evidenza
Affari a maggio fa +10%. Distanziati Il Post, TPI, AGI e GQ

Comscore

Affari a maggio fa +10%. Distanziati Il Post, TPI, AGI e GQ

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Citroen svela la nuova C4 X e nuova e-C4 X 100% elettrica

Citroen svela la nuova C4 X e nuova e-C4 X 100% elettrica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.