A- A+
Cronache
Asti, uccide la compagna a coltellate e poi tenta il suicidio

Nell'astigiano un uomo ha ucciso la compagna e ha tentato il suicidio

Ha ucciso la compagna e poi ha tentato di suicidarsi. Ferito è stato ricoverato ed è piantonato in ospedale in arresto. È accaduto a Incisa Scapaccino, nell'Astigiano. L'uomo, Paolo Riccone, 50 anni, lavorava a Roma e tornava nel paese di tanto in tanto.

A far scattare l'allarme - secondo quanto riportato da 'La nuova provincia' - è stata la figlia della vittima che non sentiva la madre da tre giorni e ha contattato i carabinieri che arrivati sul posto hanno scoperto quanto era accaduto.

Sul posto anche il pm della Procura di Alessandria, competente per territorio.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
astifemminicidioomicidiosuicidio
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica

Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica





motori
Nuova Mercedes-AMG GT 63 PRO: prestazioni da brivido e comfort quotidiano

Nuova Mercedes-AMG GT 63 PRO: prestazioni da brivido e comfort quotidiano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.