A- A+
Cronache
Batteri nel gorgonzola: ritirato dal mercato

Batteri di listeria sono stati scoperti nel gorgonzola dolce venduto dalla Migros in confezioni da 200 grammi. Questo formaggio può essere pericoloso e non deve essere mangiato, ha messo in guardia l'Ufficio federale della sanità (UFSP).

Per ragioni di sicurezza, la Migros invita i suoi clienti a non consumare il prodotto, che potrebbe causare sintomi analoghi a quelli dell'influenza (febbre, emicrania, nausea). Il gigante della distribuzione consiglia alle donne incinte e alle persone affette da immunodeficienza di rivolgersi a un medico qualora si presentassero tali sintomi dopo aver consumato questo formaggio. Migros è una delle aziende più grandi della Svizzera e la maggiore catena di grande distribuzione del paese.

Intanto in Italia è polemica sul "cibo rancido pronto per essere servito" trovato nei ristoranti catanesi.Alcuni dei più rinomati locali di moda tra i catanesi, sono stati passati al staccio, su disposizione del Questore Salvatore Longo, dalla Task-Force istituita proprio per accertare il rispetto delle condizioni igienico-sanitarie e la corretta conservazione degli alimenti.

All’interno del laboratorio del “Saint Moritz”, rinomato e storico bar, gli operatori hanno accertato il mancato rispetto dei requisiti generali in materia di igiene. Le celle frigorifere contenenti gli alimenti erano sporche e contenevano cibo in cattivo stato di conservazione. All’interno di una di tali celle, in particolare, è stata riscontrata la presenza di un sacchetto di plastica utilizzato per la spesa posto sopra una torta di pan di spagna.

Dopo il Saint Moritz, è stata la volta dei ristoranti etnici. All’interno del “Mondo” sito in Via P. Toselli è stata riscontrata non solo l’adulterazione e la mancanza di genuinità dei prodotti, ma anche la mancanza di etichette e di elementi di tracciabilità. In particolare, all’interno di un vano adiacente alle cucine vi era una vasca adibita alla raccolta di acqua potabile in eternit. I titolari sono stati pertanto sanzionati non solo amministrativamente (per una somma di circa 5000.00 euro), ma anche penalmente.

Sanzioni amministrative per mancanza di tracciabilità degli alimenti sono state irrogate anche al titolare del ristorante cinese “Hong Kong” di via Sant’Euplio per un ammontare di euro 1500,00. Alla “Grande Muraglia”, il primo ristorante cinese ad aver aperto i battenti a Catania, le condizioni igienico-sanitarie dei locali e degli alimenti erano alquanto critiche, tanto da determinare l’apposizione dei sigilli e la sospensione dell’attività.

I controlli sono proseguiti presso il “Cantiniere” dove è stata trovata un’ingente quantità di merce scaduta e di dubbia provenienza. Salumi e formaggi scaduti, carne rancida (riposta per terra a contatto con il pavimento) pronta per essere cucinata; scadute birre, pasta, sughi, miele nonché vari prodotti in scatola e sott’olio. All’interno di un grosso congelatore veniva trovato pesce surgelato (di provenienza sconosciuta) in pessimo stato di conservazione. Gli operatori dell’Asp accertavano che diversi cibi cucinati, posti all’interno del bancone espositivo, e quindi di pronta consumazione, erano stati cucinati diversi giorni prima e quindi non erano più adatti al consumo.

Tags:
gorgonzola
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.