A- A+
Cronache
sciopero benzinai (8)

La stangata sulla benzina? Potrebbe dipendere da operazioni truffaldine sulle quotazioni del petrolio. La Commissione europea ha aperto un’indagine su Shell, Bp e la norvegese Statoil, per scoprire se qualche compagnia petrolifera ha truccato la quotazione del Brent, ovvero il greggio del Mare del Nord, che serve come punto di riferimento per il prezzo del petrolio internazionale e dei prodotti come la benzina e il gasolio. La denuncia: "Gli automobilisti pagano più del dovuto".

Se fosse confermato, spiega il Corriere della Sera, sarebbero stati raggirati non solo gli automobilisti inglesi, ma anche e quelli di mezzo mondo, italiani compresi, che avrebbero pagato il loro carburante un po’ più caro di quanto sarebbe realmente costato. Il tutto ovviamente a vantaggio dei grandi del petrolio. Al momento non si sa se altre società siano coinvolte. L’italiana Eni da parte sua ha precisato di aver ricevuto una richiesta di informazioni, ma di non essere coinvolta nel procedimento.

Il tarocco, spiega il quotidiano, gira intorno al sistema Platts, la maggior agenzia mondiale per la fissazione del prezzo del petrolio. Platts, società nata nel 1923 controllata dal gruppo editoriale McGraw Hill ha una sorta di monopolio sull’informazione petrolifera. E la quasi totalità delle transazioni del mercato, una quota tra l’80 e il 95%, fa riferimento ai prezzi che vengono fissati dall’agenzia americana. A essere sotto la lente è proprio il sistema che Platts usa per determinare ogni giorno il valore del barile di Brent.

Tags:
benzinaprezzi
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020





casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.