A- A+
Cronache

 

Era uscita di casa per cercare lavoro. Una mamma di Zelarino in provincia Venezia, ha lasciato il suo bambino di due anni solo in casa per andare a un colloquio di lavoro. Nella situazione di difficoltà economica in cui era la donna non poteva rinunciare a quel posto di lavoro.

Ad accorgersi della tregedia che nel frattempo era avvenuta è stata la vicina di casa che ha sentito un’improvvisa puzza di carta bruciata. E non dall’esterno, scrive il Gazzettino, ma dal pianerottolo del condominio. Così ha chiamato subito i vigili del fuoco e ha preso le chiavi dell’appartamento dei vicini, che le due donne si erano scambiate. Ha aperto il portone e, in una nuvola di fumo e tra le fiamme della carta che stava bruciando ha visto il piccolo che tossiva, terrorizzato. Lo ha abbracciato e portato subito fuori di casa, per poi rientrare  e chiamare la mamma, temendo che ci fosse anche lei.

Ma il bimbo era solo e stava giocando con un accendino. Al bimbo è stato riscontrato solo un principio di intossicazione, e i danni dell’incendio sono stati contenuti.

Tags:
venetodisoccupazionebambino
in evidenza
Tatangelo, bikini fa girare la testa Britney Spears senza il reggiseno

E Ilary Blasi... FOTO DELLE VIP

Tatangelo, bikini fa girare la testa
Britney Spears senza il reggiseno

i più visti
in vetrina
Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi

Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi





casa, immobiliare
motori
A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km

A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.