A- A+
Cronache
Bimbo di due anni ucciso dal metadone. Indagati i genitori

Potrebbe essere morto per l'assunzione di una sostanza stupefacente il bimbo di 2 anni deceduto per una presunta meningite fulminante a Bargagli, sull'entroterra genovese, nel novembre scorso. La notizia, anticipata dal quotidiano genovese Secolo XIX, ha trovato conferma tra gli inquirenti che hanno iscritto nel registro degli indagati la madre e il suo nuovo compagno per omicidio colposo.

Nei giorni scorsi la madre è stata interrogata dai carabinieri del Nucleo operativo di Genova. Le analisi tossicologiche effettuate sugli organi interni e sui liquidi del bambino, avrebbero portato il medico legale a ipotizzare l'assunzione di una sostanzastupefacente simile al metadone. Il Tribunale dei minori ha così deciso di affidare il fratellino del bimbo morto, che ha 6 mesi, a una struttura protetta. Il bimbo è stato prelevato dagli assistenti sociali di Rapallo assistiti dai carabinieri di Santa Margherita Ligure.

Tags:
bimbometadoneindagatigenitori
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.