A- A+
Cronache


"Occorre fermare subito i mercanti di morte. Non si può immaginare di risolvere il problema solo accogliendo, perché in mare, prima dello sbarco, c'è il rischio che ne muoiano tantissimi". Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, parlando stamani a Prato, ha risposto così alle domande dei giornalisti sull'ennesima tragedia accaduta ieri nel Canale di Sicilia, sottolineando che non basta abolire la legge Bossi-Fini per risolvere il problema: "Gli immigrati continuerebbero ad arrivare in modo illegale". Per il ministro dell'Interno è importante ottenere la collaborazione anche dai Paesi del Nord Africa in cambio di aiuti economici: "Noi dobbiamo bloccare lì il traffico di esseri umani facendo tutte le azioni e anche dicendo 'Se voi Paesi del nord Africa volete i soldi dell'Europa, se volete la collaborazione internazionale, noi condizioniamo questo nostro aiuto al fatto che voi diate una mano d'aiuto nel bloccare i mercanti di morte e il traffico di esseri umanì".

Il segretario Pdl ha insistito sul fatto che "bisogna nuovamente fare richiesta all'Europa per rafforzare e rendere più efficienti i sistemi di protezione nel mare a sud dell'Italia. Infine occorre che l'Europa negozi accordi bilaterali con i Paesi del Mediterraneo". E ha aggiunto: "Se l'Europa, come mi sembra positivamente di poter capire dopo la visita di Barroso e della Malmstrom, interiorizza che quella è la frontiera europea, che il mar Mediterraneo non è la porta per Lampedusa o per l'Italia, ma è la porta per l'Europa e l'Europa interiorizza tutto questo, e mi pare che l'abbia fatto, deve proteggere quella frontiera".

Tags:
alfano
in evidenza
Estate in crisi. Inattesa svolta Arrivano fresco e forti piogge

Meteo, cambia tutto

Estate in crisi. Inattesa svolta
Arrivano fresco e forti piogge


in vetrina
Dott, ampliato il servizio di bike sharing a Parma

Dott, ampliato il servizio di bike sharing a Parma





casa, immobiliare
motori
Dacia Jogger debutta sul mercato italiano

Dacia Jogger debutta sul mercato italiano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.