A- A+
Cronache

Due anni dopo lo scoppio dello scandalo calcioscommesse, si aprono nuovi scenari sulle manipolazioni delle partite dei campionati di "serie A e di serie B". Come scritto da Marco Mensurati e Giuliano foschini su Repubblica.it, ci sono nuovi indagati: alcuni dirigenti e tecnici di prima fascia sarebbero in contatto con criminali che in cambio di risultati esatti sulle gare "pretendono somme dell'ordine delle centinaia di migliaia di euro a partita". Lo sostiene la procura di Cremona, la prima ad occuparsi dello scandalo. Nei giorni scorsi da questa sono partite le notifiche di proroga delle indagini per 41 persone, tra calciatori e dirigenti. In particolare ci sono una decina di nuovi indagati, compresi alcuni calciatori e tecnici di serie A, i cui nomi al momento sono però omissati.

LEGGI IL DOCUMENTO ORIGINALE DELLA PROCURA DI CREMONA

 

 

 

Tags:
calcioscommesseindaginidirigenti
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium

DS 7 CROSSBACK: viaggiare in un comfort premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.