A- A+
Cronache

Un'afa così non si vedeva dal 1939. In Australia è ormai emergenza per le temperature infernali che hanno raggiunto nella capitale, Adelaide, i 42,5 gradi poco dopo mezzogiorno per salire ancora a quasi 46 (poco sotto appunto la soglia record toccata nel gennaio di 65 anni fa). Melbourne si avvia ad attraversare la più lunga serie di giorni sopra i 40 gradi dal 1908. Temperature sopra i 40 anche nella capitale federale Canberra.

L'ondata di caldo ha provocato in tutta la regione centinaia di incendi e non accenna ad attenuarsi, anzi. I meteorologi hanno annunciato che continuerà ancora per giorni. Per la canicola  sono stati sospesi gli incontri agli Australia Open, dopo casi di malore fra i tennisti e gli spettatori.

Un uomo di 76 anni è morto dopo essere svenuto per il caldo, mentre una donna è in ospedale in gravi condizioni dopo essere stata colpita da un fulmine.

Sotto pressione non solo i servizi di emergenza e quelli sanitari, ma anche le reti elettriche, sovraccaricate dall'uso di climatizzatori.

Intanto il Climate Council, in un rapporto diffuso proprio oggi sulle ondate di caldo, avverte che le condizioni meteo correnti sono un segno di ciò che avverrà: le ondate di calore stanno diventando più frequenti, più calde e di maggiore durata.

Tags:
caldoaustraliaaustralia opentennis
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Ford Bronco sbarca in Europa

Ford Bronco sbarca in Europa


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.