A- A+
Cronache
Camorra, il superkiller Setola: "Non mi pento più"

"Sono colpevole di questo omicidio. Tengo pero' a precisare che fino a poco tempo fa volevo fare una scelta collaborativa, ma mi sono tirato indietro perche' altrimenti avrei dovuto accusare tutta Casal di Principe". Per la prima volta il capo dell'ala stragista dei casalesi, Giuseppe Setola, si accusa dell'omicidio dell'imprenditore Domenico Noviello e, nello stesso tempo, afferma chiaramente di non volersi pentire.

Setola ha voluto rendere dichiarazioni spontanee proprio durante il processo per l'omicidio Noviello a Santa Maria Capua Vetere. "Ho dato mandato omicidiario a Massimo Alfiero - dice Setola - volevo anche dire che tutti gli ergastoli che ho avuto sono tutti giusti".

'Peppe 'o cecato', cosi' chiamato per una malattia agli occhi per la quale ebbe anche una falsa perizia di cecicta' che gli permise di fuggire dall'ospeale dove era piantonato, non e' nuovo a colpi di scena in aula.

Tags:
camorrasetolacasalesicasal di principe
in evidenza
La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale

Il video che inchioda Di Maio

La rete non dimentica: le promesse (non mantenute) di Giggino in campagna elettorale


in vetrina
KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo

KoRo rafforza la propria presenza nel mercato europeo





casa, immobiliare
motori
Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"

Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.