A- A+
Cronache
La balena spiaggiata che terrorizza un paesino. "Può esplodere"

La carcassa di una balena da 60 tonnellate sta causando forti timori agli abitanti di Trout River (Newfoundland), paesino costiero del Canada orientale dove il mammifero è spiaggiato. Il sindaco di Trout River, così come riporta il quotidiano britannico The Guardian, è convinto che la balena potrebbe esplodere per effetto del processo di decomposizione. L'animale infatti appare gonfio ed emana un fortissimo fetore, causato anche dal metano accumulato all'interno.

Secondo un ricercatore del Dipartimento per la pesca canadese, però, il rischio che accada qualcosa di così disgustoso agli abitanti di Trout River è davvero remoto: "Ad un certo punto la pelle dell'animale perderà la sua integrità e il tessuto connettivo comincerà a rompersi. Alla fine il gas sfiaterà lentamente e la balena si sgonfierà come un pallone".

Tags:
balenaspiaggiataesplodere
in evidenza
Rossella Fiamingo, regina della scherma e star social

Le foto da urlo della fidanzata di Greg Paltrinieri

Rossella Fiamingo, regina della scherma e star social


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile





motori
Opel lancia la linea di accessori per Astra e Astra Sports

Opel lancia la linea di accessori per Astra e Astra Sports

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.