A- A+
Cronache
Cantone: "La corruzione è peggio della camorra"

«La corruzione è peggio della camorra». Lo ha detto Raffaele Cantone, ex pm anticamorra a Napoli e da marzo presidente dell’Anac (Autorità nazionale anticorruzione), in una intervista esclusiva al settimanale “Oggi”, in edicola da domani. «Lo è perché la società tende a sottovalutarla. Il corrotto viene visto come un furbo capace di aggirare gli ostacoli, non come un bandito. Serve uno scatto culturale. Il salto di qualità, nella lotta alle mafie, c’è stato quando è passata l’idea che “mafia uguale male”. Per la corruzione, questo salto non è ancora avvenuto».

«Anche la corruzione uccide», ha aggiunto Cantone: «In modo meno visibile, ma forse più “vasto”. Uccide l’economia, la concorrenza, gli investimenti. Uccide il futuro dei ragazzi, che infatti fuggono all’estero. Si può sconfiggere con un mix complesso di prevenzione, trasparenza e repressione. I fatti corruttivi devono essere puniti in modo rigoroso. Io non sono un “amante” del carcere. Credo che la vera punizione, per i corrotti, non sia la prigione, ma la confisca degli utili e soprattutto l’espulsione dal mondo sociale che conta: l’impossibilità di continuare a fare il pubblico amministratore o a fare l’imprenditore. Quanto meno per un certo tempo. Non credo che la stima di 60 miliardi l’anno bruciati dalla corruzione sia un numero credibile, ma essa ha un livello di pervasività amplissimo. Se riusciamo a ridurla, l’economia riparte, e senza le temutissime stangatine di cui si sente parlare in questi giorni».

«La responsabilità civile dei magistrati? Nel 1987, al referendum, votai no. Ora sono favorevolissimo». Lo ha detto Raffaele Cantone, presidente dell’Anac (Autorità nazionale anticorruzione), in una intervista esclusiva al settimanale “Oggi”, in edicola da domani. «Il magistrato deve essere civilmente responsabile. Il problema è individuare modi di responsabilità civile che non facciano danni ai cittadini. Che non rappresentino un’intimidazione del giudice e ne paralizzino il lavoro. Se domani io sto facendo una richiesta di commissariamento e qualcuno mi spara una richiesta di risarcimento di 50 milioni di euro, come faccio ad andare avanti?».

Tags:
cantonecorruzionecamorra
in evidenza
Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

Costume

Margherita Molinari infiamma la spiaggia di Milano Marittima con le sue curve sexy

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura

Opel: l'audacia del design tedesco nella sua forma più pura


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.