A- A+
Cronache

Nel corso del suo intervento a un convegno sul sistema carcerario il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri ha ricordato la pesante sentenza della Corte Europea dei diritti dell'Uomo che incombe sull'Italia in seguito al caso Torreggiani e ha tracciato tre linee di riforma del sistema penitenziario che dovranno essere attuate entro maggio: maggior ricorso alle pene alternative, piu' attivita' lavorative e ricreative e nuove e migliori strutture. "Una prima linea d'intervento e' sul fronte normativo - ha detto il ministro - dove vanno ridotti i flussi d'ingresso e garantito un accesso piu' fluido alle pene alternative al carcere". Il secondo fronte riguarda il mutamento del regime di detenzione: il ministro ha ricordato come al momento tutti i detenuti, indipendentemente dal reato commesso, trascorrano al massimo due ore fuori dalla cella: "Entro aprile l'80% dei detenuti potra' trascorrere otto ore fuori dalla cella" e dedicarsi ad attivita' lavorative, sportive, musicali." "Il terzo fronte riguarda la creazione di nuovi posti carcere e soprattutto un cambiamento del modello di carceri che abbiamo" ha proseguito il ministro. "Molte strutture risalgono al periodo dell'Unita' d'Italia, al periodo borbonico. Entro maggio avremo 4500 posti letto in piu' e nel 2015 12mila posti in piu', ma bisogna lavorare soprattutto sull'ammodernamento, su nuove strutture sulla falsariga di carceri modello come quelli di Bollate, Firenze e Rebibbia".

Tags:
cancellieri
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.