A- A+
Cronache
ospedale

Potrebbe essere stata la zia a cavare gli occhi al bambino di sei anni che e' stato trovato coperto di sangue a Linfen, nella provincia di Shanxi. Il bambino, Guo Bin, era stato privato degli occhi con uno strumento non specificato dopo essersi perso mentre stava giocando. La donna, Zhan Huiying, si e' suicidata due giorni fa gettandosi in un pozzo, ed e' stata identificata oggi dalla polizia cinese perche' i suoi vestiti erano sporchi del sangue del nipotino. Era la moglie del fratello maggiore del padre di Guo.

I media cinesi riferiscono che la zia avrebbe recentemente litigato con i genitori del bambino riguardo a quanti soldi ogni famiglia avrebbe dovuto spendere per le cure del nonno, paralizzato. Inizialmente i media cinesi avevano riferito che gli occhi del bambino erano stati ritrovati senza cornea, cosi' da far pensare che il responsabile fosse un trafficante di organi, ma la notizia era stata smentita dalla polizia. Il crimine ha inorridito l'opinione pubblica cinese e ha aperto un dibattito sui diritti dei bambini nel Paese. I dottori stanno cercando di impiantare degli occhi artificiali al bambino per evitare che il suo aspetto possa ripercuotersi in futuro sulla sua crescita.

Tags:
cinaocchisospetto
in evidenza
Paragone, picconate a Burioni "Ti ho denunciato e...". VIDEO

Politica

Paragone, picconate a Burioni
"Ti ho denunciato e...". VIDEO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.