A- A+
Cronache

"Ho obbedito a un messaggio di ordine superiore". Cosi' si e' giustificato un clochard francese di 26 anni, Jeremy Rimbaud, accusato di cannibalismo dopo che alcune analisi hanno confermato che la carne ritrovata in un piatto, dove avrebbe mangiato, era umana. Il ragazzo, ex militare stanziato in Afghanistan, sosteneva di aver mangiato cuore e lingua di un 90enne ucciso lo scorso 15 novembre nella sua casa di Nouilhan nel sud est della Francia. "Nel piatto sono stati ritrovati resti di carne umana" ha dichiarato alla France Press il procuratore di Tarbes, Chantal Firmiger-Michel, che dirige le indagini.

Rimbaud aveva ammesso di aver ucciso l'anziano dopo essere stato fermato per un'altra aggressione. Ha raccontato alla polizia di essersi introdotto a casa del 90enne e di averlo colpito diverse volte alla testa con un oggetto metallico. Avrebbe poi cucinato i resti insieme a dei fagioli. L'uomo, ora ricoverato in un reparto psichiatrico, in uno stato di "delirio-mistico" ha detto agli investigatori di aver obbedito a un'entita' superiore. Rimane da verificare se effettivamente Rimbaud abbia mangiato la carne. Gli inquirenti stanno ora analizzando una traccia ritrovata su un pezzo di carne, che permetterebbe di stabilire se la versione data da giovane sia quella autentica.

Tags:
clochardanziano
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.