A- A+
Cronache
Cna Lombardia, riaprire il comparto del benessere per arginare l'abusivismo

Cna Lombardia interviene a difesa delle attività del comparto del benessere e chiede alla giunta e al Consiglio regionale un intervento a tutela delle attività del settore benessere, estetica e acconciatura. In una lettera all’assessore allo Sviluppo economico, Guido Guidesi, e al presidente della IV Commissione in Consiglio regionale, Gianmarco Senna, segnala "l’incomprensibile posizione di chiusura del Governo su un comparto, quello del benessere, caratterizzato ancor più in epoca Covid-19 da elevati standard di sicurezza igienico-sanitaria".

La scarsa attenzione riservata a questa popolazione di imprese ha risvolti negativi che vanno ben oltre la già grave perdita economica per i titolari: l’abusivismo -che emerge con forza ancora maggiore proprio nel momento in cui i centri estetici e i saloni di acconciatura sono chiusi- rappresenta un rischio sanitario non quantificabile. Riaprire le attività della filiera è la precondizione per arginare l’abusivismo, vera e propria piaga economica e sanitaria in questo delicato momento pandemico.

Il presidente regionale di Cna, Daniele Parolo (nella foto), commenta così la situazione: “Un comparto da quasi 2 miliardi di euro nella sola Lombardia, 6 miliardi a livello nazionale, con 250 mila occupati. Un comparto che rispetta le regole, che l'Inail certifica con pochissimi contagi. Un comparto che va fatto riaprire e lavorare. In questo caso i sostegni non ci interessano, dove le regole e la prudenza ci dicono che si può lavorare”.

Brigida Stomaci, presidente lombarda di Cna Benessere e Sanità, è categorica: “Siamo stanchi, il Governo non è flessibile, ci tratta come se sulla categoria gravasse uno stigma socio-sanitario ma al contempo alimenta l’abusivismo”. La portavoce regionale della filiera dell’acconciatura, l’imprenditrice Tiziana Teani, aggiunge, con una nota di sconforto: “Siamo persone serie. Stiamo cercando di mantenere la calma, ma la rabbia del settore deve trovare una risposta di responsabilità istituzionale sia da parte del Governo centrale che quelli regionali: vogliamo solo lavorare rispettando tutte le normative di sicurezza già condivise".

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    palestrebenessereabusivismolomabardia
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili





    casa, immobiliare
    motori
    In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci

    In viaggio con Ford Kuga Plug-In Hybrid alla scoperta delle bellezze di Vulci


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.