A- A+
Cronache

 

 

schettino

Prosegue il processo sul naufragio della Costa Concordia. Oggi è il giorno dei racconti degli ufficiali che si trovavano nelle sale motori allagate.

 'Ispezionavo il ponte inferiore, zona cambusa, sentii un forte boato. E subito arrivò un'ondata. In breve ebbi il mare alle ginocchia. Tornai indietro, verso poppa, salii ai ponti superiori da una scala a pioli, mi salvai. Andai in centrale macchine, c'era tanta paura'': così il terzo ufficiale di macchina della Concordia Hugo Di Piazza, teste al processo di Grosseto sul momento del drammatico urto contro gli scogli. Di Piazza era nella 'pancia' della nave: ''Era la mia prima volta di guardia'', ricorda.

 

'Con acqua sotto i piedi capimmo subito dramma', e ancora: ''Che vuol dire avere panico? Quando sei in centrale macchina (che si trova ai ponti sotto il livello del mare, ndr) e hai l'acqua ai piedi, vuol dire che sei lì per lì per... ''. ''Lì per lì cosa? Cioè che stavate per rischiare la vita?'', ''Sì'', ha risposto il teste Hugo Di Piazza a un avvocato di parte civile che gli chiedeva di chiarire il panico generatosi in sala macchine dove nel giro di minuti fu chiaro che la situazione della Costa Concordia fu subito drammatica dopo l'urto. ''Nonostante cercassimo di aiutarli, i passeggeri ci hanno preso a male parole, ci insultavano. Non era facile gestire l'emergenza a bordo'': dice l'ufficiale Di Piazza, al momento di testimoniare sulle fasi successive all'urto, quando fu chiaro di dover evacuare la nave che stava affondando.

SCHETTINO: "SONO SERENO" - così il comandante della Costa Concordia Francesco Schettino ai giornalisti prima di affrontare l'udienza di stamani al Teatro Moderno di Grosseto. Ottimista anche uno dei suoi avvocati, Donato Laino: ''Il processo sta dimostrando che Schettino non è un codardo e non ha abbandonato la nave''.

LA NUOVA RELAZIONE
Nuovo amore per Schettino? Il giornale tedesco Bild ipotizza che ci possa essere una relazione tra l'ex comandante della Costa Concordia e la giornalista Rai, Vittoriana Abate. I due sono stati fotografati dal quotidiano tedesco mentre vanno in vespa, casco rosa per lei, e lui alla guida. Poi in un'altra foto entrano nell'appartamento della giornalista di Porta a Porta, in zona Parioli, con alcune buste della spesa.

 

LA REPLICA: NESSUNA LOVE STORY - "Non c'è nessuna love story e i miei avvocati stanno già procedendo con querele nei confronti di chi dice il contrario" dice all'Adnkronos la Abate. "Sto scrivendo un libro con Schettino», rivela Vittoriana, che poi racconta di aver realizzato con l'ex comandante della Costa Concordia «un'intervista sabato scorso, andata in onda domenica all'Arena". "L'ho fatta a Roma - spiega - D'altra parte, nel suo collegio difensivo ci sono due avvocati di Roma". Poi, sulla foto pubblicata dal Bild, aggiunge: "Sono andata col motorino nello studio dell'avvocato, non ci sono né effusioni né atteggiamenti ambigui. Sono una giornalista, incontro i miei interlocutori, ma smentisco qualsiasi tipo di relazione sentimentale o personale con Schettino. Non c'è nessuna possibilità di dimostrare cose assurde come quelle che ho letto - ribadisce - La nostra relazione è puramente professionale ed è legata alla stesura del libro".

Tags:
concordiaschettinoprocesso
in evidenza
Casaleggio-Sabatini, che coppia Mano nella mano in dolce attesa

Paparazzati in un hotel di lusso

Casaleggio-Sabatini, che coppia
Mano nella mano in dolce attesa

i più visti
in vetrina
Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo

Meteo, il maltempo spacca l’Italia tra temporali e super caldo





casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.