A- A+
Cronache
Coronavirus, aumenta la violenza sulle donne: case-rifugio e App per emergenza

La violenza sulle donne in Italia ricomincia ad essere un fenomeno sommerso   anche se le   dinamiche relazionali domestiche patologiche, a seguito della convivenza forzata, magari in piccole abitazioni, si suppone rappresentino fuoco sulla benzina delle violenze domestiche. È tornata la paura, non si ricorre più all'aiuto delle istituzioni perché oltre a quella di denunciare, per le donne, si aggiunge la paura del contagio. Con ciò si vanificano tutti gli sforzi compiuti, soprattutto negli ultimi anni, dagli organismi di parità', dalla magistratura, dai centri antiviolenza e da tutti gli operatori pubblici e privati del settore, per prevenire e contrastare un fenomeno che in Italia negli ultimi anni aveva raggiunto livelli emergenziali.

Diminuiscono le segnalazioni al numero 1522, servizio pubblico della Presidenze del Consiglio-Dipartimento Pari Opportunità, attivo 24 ore su 24 nonchè l’app “1522”, disponibile su IOS e Android, che consente alle donne di chattare con le operatrici e chiedere aiuto, senza correre il rischio di essere scoperte. Telefono Rosa ci dice” nelle prime due settimane di marzo le telefonate, rispetto a quelle dello stesso periodo dell'anno scorso, sono diminuite del 55,1%: da 1.104 sono passate a 496, di queste le vittime di violenza che hanno chiamato il telefono dedicato sono state 101 con una diminuzione del 47,7% e che  sono praticamente crollate le telefonate di vittime di stalking”.

Molte le azioni messe in campo dal Ministero per l’Interno e dal Dipartimento per le pari opportunità per tutelare le donne vittime di violenza domestica, anche in tempo di pandemia. Una campagna informativa per informare che il servizio 1522 continua a rimanere attivo. La ha messo a punto, un app (denominata Youpol) che consente alla donne di entrare in contatto  diretto con la polizia di Stato e di ottenere un intervento di protezione immediato. È la prima volta che si ricorre ad uno strumento cosi efficace.

Neppure la strada della denuncia da parte della vittima, pur con la velocità dei recenti termini concessi al magistrato per intervenire, assicura alla vittima un contatto cosi diretto e subitaneo con le forze dell’ordine idoneo a garantire un immediato presidio territoriale di sicurezza. Non si può che esprimere la speranza che questo strumento operi anche dopo l’emergenza coronavirus.  Si interviene, inoltre, sull’ ampliamento della disponibilità delle case-rifugio.

Quelle messe a diposizione, nell’ordinario, dai centri antiviolenza non consentono, per le loro dimensioni, l’obbligatorio e necessario distanziamento sociale anti-contagio dal virus. Sul punto la Ministra Lamorgese è intervenuta con una sua circolare, invitando tutte le Prefetture ad individuare e rendere disponibili alloggi idonei a garantire la sicurezza sanitaria necessaria prevedendo all’uopo, se necessario, anche una eventuale requisizione di alberghi.

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirus
    Loading...
    in evidenza
    Silvio Berlusconi senatore a vita? No, "seratone a vita". Lo striscione

    Costume

    Silvio Berlusconi senatore a vita?
    No, "seratone a vita". Lo striscione

    i più visti
    in vetrina
    BELEN IN BARCA: LATO B, SENO ESPLOSIVO, OMBELICO SEXY... LE FOTO

    BELEN IN BARCA: LATO B, SENO ESPLOSIVO, OMBELICO SEXY... LE FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot Italia: anticipa da subito l’incentivo, per tutti e senza vincoli

    Peugeot Italia: anticipa da subito l’incentivo, per tutti e senza vincoli


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.