A- A+
Cronache
Coronavirus, Bertolaso: "Senza Zangrillo e la clorochina sarei morto"

Coronavirus, Bertolaso: "Senza Zangrillo e la clorochina sarei morto"

Guido Bertolaso torna a parlare dopo le polemiche relative all'ospedale Fiera Milano e il suo successivo ricovero in ospedale per aver contratto il Coronavirus. "Sono vivo - dice a La Verità l'ex capo della Protezione Civile - solo grazie al professor Zangrillo del San Raffaele e alla clorochina. Se non fossi andato a Milano da Zangrillo sarei sicuramente morto. Mi portava anche i toast alle 2 di notte quando avevo fame e non lo faceva solo con me ma anche con gli altri pazienti".

"Mi sono ammalato - prosegue Bertolaso - in tre giorni. Non all'ospedale Fiera, ma durante il giro che ho fatto tra i medici in corsia. Non c'erano respiratori per tutti e in quel momento un respiratore era la vita". Bertolaso attacca il Cts: "Una struttura scientifica non deve intervenire anche sui termometri, loro devono indicare la temperature oltre la quale non si entra in classe o in ufficio ma poi dove vada misurata la febbre non è compito loro. Al governo, se mancano i bus consiglio di fare quello che ho fatto io dopo il terremoto in Abruzzo: li requisisca. Ci sarà un indennizzo per lavoratori fermi che potranno tornare a lavorare e si risolverà il sistema degli affollamenti sui mezzi pubblici".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    coronavirusguido bertolasozangrilloospedale fierabertolaso coronavirusfontanaclorochina
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili





    casa, immobiliare
    motori
    La nuova Range Rover è stata svelata alla Royal Opera House di Londra

    La nuova Range Rover è stata svelata alla Royal Opera House di Londra


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.