A- A+
Cronache

Crisi e' ormai l'argomento principale, ha colpito il lavoro e poi la famiglia. Adesso e' solo una questione di sopravvivenza, adesso siamo tutti indignati per tutto e per tutti, ma nessuno e' riuscito ad unirci per reagire, e sui socialnetwork impazza la protesta e l'indignazione di tanti, l'intenzione di reagire ma in concreto il nulla, non riusciamo a tirare "le palle", e scusate per la schiettezza.

Perdiamo il lavoro e non riusciamo a sostenere i nostri figli, non riusciamo a pagare luce,gas o assicurazione, tasse e medicine, non riusciamo a comprare un gelato ai nostri bambini e guardiamo i nuovi politici ricevere con indifferenza i loro 50 milioni di finanziamento ai partiti, scontenti del loro operato, di equitalia, della legge fornero e di quando siamo entrati a due lire in eurozona come se fossimo l'ultima potenza economica, indignati dei sprechi, dei mesi di governo senza ancora aver fatto nulla e ricevendo mensilita' che un lavoratore si guadagna in un anno. Evadiamo per necessita' , rubiamo per non morire, siamo in tanti che hanno perso la dignita' e "NON REAGIAMO"

Ho perso da poco un lavoro che sosteneva il mio presente e il mio futuro nonostante gli ottimi risultati come direttore commerciale, mi hanno chiuso il sito della associazione " giuseppe iudici, angeli contro la crisi" per mancanza di fondi, mi hanno chiuso il conto in "BANCA PROSSIMA" che e' vicino alle associazioni perche' sotto di pochi euro [spese di competenza pagate},non hanno chiuso il conto ma la speranza, ma sono in piedi, ancora orgoglioso di essere italiano, fiducioso che qualcuno cambiera' il tutto, vedo oggi un Papa piu' umano ed e' gia' un piccolo segnale, vorrei tanto vedere cittadini onesti unirsi per riprendersi la propria dignita' e il proprio paese, vorrei vederli costruire un partito onesto, una banca per la gentge e le sue idee, vorrei vedere noi tutti alzarci dal divano ed uscire in piazza per dire "BASTA" si riparte da zero.

Sono Giuseppe Iudici, padre di tre figli, e nonostante le avversita' , io voglio reagire, e se il Papa ci meraviglia delle sue parole , allora vuol dire che qualcosa puo' cambiare, vuol dire che nonostante ci bastonano noi ci possiamo rialzare e REAGIRE, e qualora ci sia intenzione di fare una nuova banca, un nuovo partito e un ritorno ai valori, io ci sono e sono sicuro che in Italia tante persone oneste saranno disposti ad unirsi per mettere in pensione le persone disoneste che sono riuscite nel loro intento. Per quello che mi riguarda, cerchero' di riaprire il conto e il sito, cerchero' un lavoro o d SEMPERi crearlo con qualcuno che creda nelle mie capacita' commerciali, ma di sicuro non mollero', perche' credo ancora nella mia TERRA! mi trovate in face https://www.facebook.com/giuseppe.iudicipolitichesociali potete scrivermi a onlusgiuseppeiudici@libero.it per poter condividere opinioni e chissa' se da cosa nasce cosa, perche' non provarci. Con affetto auguro a tutti buona salute e come dice il direttore Angelo Perrino:"AD MAIORA"

Giuseppe Iudici

Tags:
crisireagirepiazzaiudici
in evidenza
Chiara Ferragni: look audace al concerto di Fedez. Foto

"E' il mio corpo, la mia scelta"

Chiara Ferragni: look audace al concerto di Fedez. Foto

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari EssilorLuxottica e Meta: ecco i nuovi Smart Glasses Ray-Ban Stories

Scatti d'Affari
EssilorLuxottica e Meta: ecco i nuovi Smart Glasses Ray-Ban Stories





casa, immobiliare
motori
Dacia Spring, l'elettrica più venduta in Italia

Dacia Spring, l'elettrica più venduta in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.