A- A+
Cronache

 

Sono arrivati anche due furgonicini della polizia mortuaria in via Riviera di Chiaia, nel luogo in cui, accanto via Arco Mirelli e di fronte a un cantiere del metrò, è crollato un palazzo. Al momento pero' nessuno conferma la presenza di vittime o feriti. Dal racconto dei residenti e degli abitanti del palazzo, in prevalenza adibito ad uffici, sembra che comunque l'edificio sia stato abbandonato per tempo, poiche' degli operai impegnati nella tinteggiatura di pareti interne hanno avvertito scricchiolii e dato l'allarme.

Ai primi segni di crollo dell`edificio di Via Riviera di Chiaia, due agenti del Commissariato di Polizia San Ferdinando  hanno salvato un uomo di 91 anni che abita in uno stabile adiacente.

La struttura dell`edificio stava per essere interessata dal crollo dell`adiacente palazzo d`epoca ma a causa dell`avanzata età l`uomo, molto conosciuto in zona con il soprannome di "o` comandante", non era riuscito a mettersi in fuga. L`anziano è stato pertanto portato fuori dai poliziotti e fatto sedere in un posto al sicuro, distante da dove poco dopo è avvenuto il crollo.

Il titolare di uno studio legale, ai cronisti, riferisce di aver avuto la sensazione di un terremoto, senza pero' che il lampadario dell'ufficio si muovesse, e di aver lasciato subito i locali.

 Il crollo, riferiscono fonti della polizia, ha interessato solo un'ala dello stabile, poco lontano dall'edificio che ospita il consolato americano. 

Un commercialista, precisa anche di aver pensato che "fosse esplosa una bomba". Il suo studio è in un palazzo adiacente. I vigili del fuoco hanno fatto del resto sgomberare tutti gli edifici nella zona ed evacuate le scuole. L'area e' anche priva di acqua. Un altro dei residenti, l'elettrauto titolare dell'officina poco piu' avanti il palazzo crollato, racconta che prima del crollo e' andata via la luce nella zona. La polizia municipale era stata chiamata anche perche alcuni dei residenti avevano avvertito un forte odore di gas.

Macerie hanno investito un'auto della polizia municipale, arrivata perche' alcune persone avevano segnalato strani rumori nell'edificio; nessuno pero' era a a bordo quando c'e' stato il crollo. E vuoto era anche un bus dell'Anm che transitava in zona verso il deposito, i cui finestrini sono stati rotti. Sempre ai cronisti, altri abitanti della zona riferiscono di un avvallamento che qualche giorno fa si era formato nel cortile di un altro palazzo, al civico 72, causando una dichiarazione di inagibilita' di un esercizio commerciale che e' stato chiuso. Gianandrea Silvestri, titolare di uno studio nel palazzo crollato, racconta di uno scoppio che ha preceduto il crollo.

L'ala dell'edificio si è sgretolata. Si vedono ancora i quadri e gli affreschi alle pareti rimaste intatte. Un crollo simile si verificó qualche anno fa in pieno centro a Salerno. I vigili del fuoco sono ora a bordo di una gru e stanno salendo in cima all'edificio crollato per verificare l'entità dei danni. Testimoni riferiscono di aver sentito un forte rumore proveniente da una cabina elettrica localizzata proprio accanto all'ala dell'edificio crollato. pochi istanti dopo c'è stato il boato e il crollo.

La gente parla di disastro annunciato. Da settimane, riferiscono commercianti e residenti, erano in corso rilievi tecnici per verificare se ci fossero oscillazioni o cedimenti strutturali. "Almeno è lunedi mattina, figuriamoci se fosse capitato ieri" dicono alcuni cittadini.

Tags:
napoli. palazzocrollofuoco
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.