A- A+
Cronache

 

Li hanno portati dall'Ungheria per venderli nel nostro Paese. Quando le Fiamme Gialle hanno trovato i cagnolini all'interno di un furgone ad Amaro, in provincia di Udine, gli animali erano stremati e in condizioni precarie. I finanzieri si sono trovati davanti a una quindicina di cuccioli di cane, tutti di razze pregiate, sotto i tre mesi e venti giorni di età e allo stremo.

Come scrive il Messaggero Veneto i cuccioli provenivano dall'Ungheria e sono stati trasportati dai contrabbandieri in Italia per essere venduti. I cuccioli erano nascosti in un furgone, e appartengono a razze pregiate tra cui Chihuahua, Pincher, Cavalier King, Cocker, Yorksire.

Il gatto appartiene alla razza egiziana senza pelo, nota come Sphynx. Per curarli è intervenuto un veterinario dell’Azienda sanitaria di Tolmezzo. I cuccioli, tutti di età inferiore ai tre mesi e 20 giorni previsti dalla normativa, sono stati affidati a dei volontari cittadini che se ne sono assunti l’affidamento temporaneo. Il conducente del furgone e la figlia sono stati denunciati per trasporto abusivo e maltrattamento di animali.

Tags:
cuccioli di caneudinetratta
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.