A- A+
Cronache
Depistaggio Borsellino: accuse prescritte per due poliziotti, assolto il terzo

Depistaggio Borsellino, erano accusati di calunnia aggravata per aver favorito Cosa nostra nella gestione del falso pentito Scarantino 

Trent'anni non sono bastati per individuare i responsabili di quello che è stato definito dal procuratore di Caltanissetta, Salvatore De Luca, "un depistaggio gig antesco e inaudito che ha coperto alleanze mafiose di alto livello".

Una assoluzione e due prescrizioni per i tre poliziotti finiti sotto processo con l'accusa di avere depistato le indagini successive alla strage di via D'Amelio. E' la decisione del tribunale di Caltanissetta presieduto dal giudice Francesco D'Arrigo, dopo quasi 10 ore di camera di consiglio, a una settimana esatta dal trentesimo anniversario dell'eccidio.

Sotto processo il funzionario Mario Bo e gli ispettori in pensione Michele Ribaudo e Fabrizio Mattei. Ribaudo e' stato assolto perche' il fatto non costituisce reato, per gli altri due il reato e' stato prescritto. In aula, ad assistere alla lettura del dispositivo, anche due dei tre figli di Paolo Borsellino, Lucia e Manfredi. La procura aveva chiesto 11 anni e 10 mesi per Mario Bo e 9 anni e mezzo ciascuno per Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    borsellinodepistaggiomafia
    Iscriviti al nostro canale WhatsApp





    in evidenza
    Oscar 2024, è allarme pubblicità? La Disney va a caccia di inserzionisti

    Spot ancora invenduti a due settimane dall'evento. I prezzi

    Oscar 2024, è allarme pubblicità? La Disney va a caccia di inserzionisti

    
    in vetrina
    Federica Masolin non lascia del tutto, Vicky Piria new entry: la rivoluzione di Sky F1

    Federica Masolin non lascia del tutto, Vicky Piria new entry: la rivoluzione di Sky F1





    motori
    GIMS 2024: De Meo Renault chiede un "Airbus" dell'auto elettrica

    GIMS 2024: De Meo Renault chiede un "Airbus" dell'auto elettrica

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.