A- A+
Cronache

Thule Therapeutics S.A., Società di ricerca e sviluppo del Gruppo Sigma-Tau e Corequest Sagl annunciano risultati di rilevante importanza scientifica che aprono nuove opportunità per il trattamento dell’insufficienza renale cronica terminale tramite procedure di dialisi peritoneale utilizzando L-Carnitina quale agente osmo-metabolico.

La prestigiosa rivista scientifica American Journal of Kidney Disease ha, infatti, pubblicato nell’ultimo numero un articolo, intitolato “Effect of an L-Carnitine-Containing Peritoneal Dialysate on Insulin Sensitivity in Patients Treated with Continuous Ambulatory Peritoneal Dialysis: A 4-Month Prospective Multicenter Randomized Trial”, che riporta i risultati di uno studio multicentrico condotto dalle due Società (grazie anche ad un grant di ricerca di Baxter) e coordinato dal Prof. Mario Bonomini dell’Istituto di Clinica Nefrologica dell’Ospedale di Chieti. I risultati dello studio, che ha coinvolto 8 Centri in Italia, hanno validato l’utilizzo della L-Carnitina in sacche per dialisi peritoneale.

L’utilizzo di L-Carnitina, sostanza di origine naturale e coinvolta nel metabolismo glucidico e lipidico, nelle sacche per dialisi peritoneale rappresenta un nuovo approccio efficace, sicuro e molto ben tollerato. Infatti da una parte la L-Carnitina permette di diminuire la percentuale di glucosio utilizzato mantenendo le medesime proprietà osmotiche ed ultra filtrative, dall’altra migliora il profilo metabolico dei soggetti in trattamento, come dimostrato dalla resistenza all’insulina e altri biomarcatori.

I risultati dello studio pubblicato hanno fornito la prova clinica di questo effetto. Inoltre la severità della popolazione studiata rende il dato ottenuto ancora più robusto. 2.800.000 pazienti con insufficienza renale cronica e 2.000.000 (numero in crescita) in dialisi generano una enorme pressione sui sistemi sanitari che devono trovare soluzioni efficaci e cost-effective per mantenere in trattamento questi pazienti. Mario Bonomini, sperimentatore principale dello studio, ha dichiarato: ”Questi dati sono di estrema importanza per disegnare nuovi strumenti per migliorare la nostra offerta di cura e rappresentano la prima reale novità in questo settore da anni”.

Questo risultato rafforza la nostra volontà di procedere nello sviluppo clinico di soluzioni ipertoniche in grado non solo di ridurre la quantità di glucosio nelle sacche di dialisi peritoneale, ma di migliorare la condizione dismetabolica indipendentemente dalla riduzione del glucosio stesso”, dice Arduino Arduini, Amministratore Delegato di Corequest. “inoltre questo sforzo è perfettamente coerente con l’attività di Corequest e della Società gemella Glomeria, mirata a sviluppare una piattaforma terapeutica per il trattamento del paziente renale e cardiovascolare”.

Siamo particolarmente compiaciuti di aver trovato un nuovo utilizzo potenziale per la L-Carnitina per un più efficace trattamento dei pazienti affetti da una patologia così severa come l’insufficienza renale cronica e siamo orgogliosi di contribuire al miglioramento non solo della loro cura ma anche della loro qualità di vita” ha sottolineato Alessandro Noseda, membro del Consiglio di Amministrazione di Thule, mentre Pietro Grossi, Direttore Ricerca e Sviluppo del Gruppo Sigma-Tau ha rimarcato come questo progetto sia ”pienamente allineato alla strategia della azienda focalizzata su malattie ad elevato bisogno di cura in aree ad elevata specializzazione ed è un altro ed ulteriore segno dell’impegno di sigma-tau nel settore della dialisi in generale”. Corequest e Thule/sigma-tau non escludono collaborazioni con partner industriali del settore per completare lo sviluppo e sfruttare appieno il potenziale del prodotto.

Tags:
dialisiinsufficienze renali
in evidenza
Carolina Stramare va in gol L'ex Miss Italia sfida Diletta

Calcio e tv... bollente

Carolina Stramare va in gol
L'ex Miss Italia sfida Diletta

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid

Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.