A- A+
Cronache
pistola rapina

Un diciassettenne genovese si e' sparato alla tempia con la pistola del padre dopo essere stato lasciato dalla ragazza. Sul suo profilo Facebook la vittima aveva scritto: "Mi ha lasciato, mi sparo". Il fatto e' avvenuto ieri a Pra', nella casa dove abitava il ragazzo. Stamani e' stata dichiarata la morte cerebrale del giovane ed i famigliari hanno autorizzato l'espianto degli organi. La procura ha chiarito che l'arma era legalmente detenuta dal padre che fa la guardia giurata. Il giovane aveva annunciato i propri intenti nella sua pagina di un noto social network. La procura, chiariti i fatti, non procedera' dando subito il nulla osta per la sepoltura. Il dramma era stato scoperto dalla madre che aveva sentito la detonazione del colpo e aveva trovato il figlio a terra, ferito al capo.

Rientrato l'allarme anche per la fidanzata del 17enne, che risultava scomparsa: si pensava che il giovane potesse averle fatto del male prima di uccidersi, ma è stata rintracciata e sta bene

 

Tags:
diciassettennesi sparaamore
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri





casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.