A- A+
Cronache

Non si placa l'allarme ebola. Dagli Usa all'Africa passando per l'Europa. Resta grave l’infermiera spagnola. La lista delle persone messe "sotto stretto controllo" per aver trattato il paziente "zero" morto di ebola a Dallas si allunga: una fonte coperta dall’anonimato citata dalla Cnn parla di "decine" di persone, tra cui molti medici e paramedici che si erano presi cura di Thomas Eric Duncan. Il virus è stato anche isolato nello sperma e nel latte materno.

PRIMO MORTO IN GERMANIA - È morto il dipendente delle Nazioni unite ricoverato in Germania dopo avere contratto il virus ebola. Lo ha annunciato l'ospedale dov'era in cura. L'ufficiale medico dell'Onu, 56 anni e di nazionalità sudanese, aveva contratto il virus in Liberia ed era stato trasferito per le cure nella clinica Saint Georges di Lipsia, nell'Est del Paese, lo scorso 9 ottobre. Si tratta del terzo contagiato dall'Ebola ricoverato in Germania (un secondo viene curato a Francoforte sul Meno mentre un terzo era stato dimesso da un ospedale di Amburgo dopo cinque settimane di cure). Il medico era stato trasportato al "Klinikum St. Georg" con un volo speciale giovedì scorso e le sue condizioni erano state subito definite "altamente critiche sebbene stabili". L'uomo era stato posto in una struttura di isolamento speciale del Reparto malattie infettive e tropicali. Secondo l'ospedale, precisa l'agenzia tedesca, non sussistono pericoli di infezione per altri pazienti o visitatori.

Trasmissione attraverso rapporti sessuali - Su come si trasmette l’Ebola un rapporto del Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc) datato 6 ottobre mette nero su bianco quello che già in parte si sapeva e cioé che «virus di Ebola vitale è stato isolato nello sperma umano fino a 7 settimane dopo la guarigione». Motivo per cui è raccomandata l’astensione da rapporti sessuali per almeno tre mesi dopo la guarigione. Inoltre, si legge nel report «serbatoi del virus di Ebola sono stati individuati nel latte materno e nello sperma dopo la scomparsa del virus dal sangue»

Ebola: Obama sente Hollande e Ban Ki-moon, "fare di piu'" - Il presidente Usa Barack Obama ha avuto conversazioni telefoniche con il presidente francese Francois Hollande e con il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon. Nel corso dei colloqui e' emersa la convinzione che la comunita' internazionale deve "fare di piu', e deve agire "piu' velocemente" nelle azioni di contrasto alla diffusione del virus. Lo riferisce la Casa Bianca.

Ebola: esperto, controllo temperatura in aeroporti? Poco utile - "E' un metodo facilmente eludibile ed e' un'operazione imponente molto costosa. Tuttavia, per paesi a rischio come gli Stati Uniti, e' l'unico modo per fare uno screening generalizzato e per individuare i casi sospetti". E' cosi' che Carlo Signorelli, presidente della Societa' Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanita' Pubblica (Siti), ha commentato all'AGI la discussa decisione degli Stati Uniti di misurare la febbre con termometri a distanza ai passeggeri provenienti dai paesi dell'Africa occidentale, a rischio Ebola.

"La febbre - ha detto Signorelli - e' un sintomo aspecifico e si puo' facilmente raggirare assumendo un antipiretico durante il volo. Utilizzare termometri a distanza, quindi, e' una misura di sceening che puo' apparire ingiustificata, oltre che costosa e complessa a livello organizzativo. Tuttavia, l'epidemia di Ebola e' diventata una questione molto seria e negli Stati Uniti, dove il traffico di passeggeri dai paesi colpiti dall'epidemia e' abbastanza alto, misurare la temperatura ai passeggeri in arrivo dalle citta' 'calde' e' l'unica via, anche se fallibile, per individuare condizioni sospette". Per l'esperto, infatti, l'Ebola potrebbe raggiungere gli altri paesi solo con l'ingresso di qualche caso dai paesi colpiti. "Per l'Italia, che non ha grandi traffici con l'Africa occidentale, misurare la temperatura negli aeroporti - ha spiegato Signorelli - sarebbe probabilmente una misura eccessiva. Ma credo che anche nel nostro paese sia necessario essere molto prudenti. Una misura che potrebbe rivelarsi utile da noi potrebbe essere quella di diffondere un'informativa ai passeggeri in arrivo dalle aree a rischio che, qualora riportassero sintomi sospetti, sono invitati a dare l'allerta".

Tags:
ebolarischiocontagiosessualiguarigione
in evidenza
House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

Lady Gaga guida un cast stellare

House of Gucci, guarda il trailer
Jared Leto irriconoscibile. FOTO

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.