A- A+
Cronache
acqua rubinetto giusta

Ferro, manganese, alluminio e nickel. Sono i metalli trovati nell'acqua potabile di alcuni comuni piemontesi, in provincia di Alessandria. Riscontrati valori molto più alti del solito. I sindaci attraverso un'ordinanza hanno comunque fatto divieto alla cittadinanza di utilizzare l'acqua a scopo alimentare. La causa è stata l'ondata di maltempo dei giorni scorsi.

L'emergenza idrica, spiega La Stampa, si è verificata a San Cristoforo, Castelletto, Mornese, Parodi e Montaldeo, i Comuni facenti parte del consorzio "Madonna della Rocchetta". Si tratta, continua il quotidiano torinese, di un problema relativo alla torbidità dell'acqua potabile, generata all'altezza dei pozzi di captazione dei laghi della Lavagnina, in seguito alle piogge dei giorni scorsi.

Le analisi eseguiti dai laboratori Iren di Tortona, infatti, hanno rilevato l'innalzamento dei valori di alcuni metalli: ferro, manganese, alluminio e nickel. Rimangono però sotto controllo i parametri biologici, che risultano assenti. Un'ordinanza dei sindaci vieta l'utilizzo dell'acqua domestica a scopo alimentare, almeno fino a quando i dati di laboratorio non tornino alla normalità.

Tags:
metalloacquaalessandria
in evidenza
Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

Politica

Incendi in California, distrutti oltre 200 acri di foreste

i più visti
in vetrina
Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità





casa, immobiliare
motori
La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz

La rivoluzione elettrica di Mercedes Benz


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.