A- A+
Cronache
tribunale8

Malaffare, penetrazioni mafiose a livelli mai visti. Abusi edilizi e gare truccate. Banche e scalate. Un sistema sanitario piegato a interessi corporativi. Sullo sfondo sempre il Pd. Un libro di Ferruccio Pinotti e Stefano Santachiara edito da Chiarelettere sta facendo tremare la classe politica del centrosinistra. Un lavoro scomodo che parla di uomini chiave come Filippo Penati, Luigi Lusi, Ugo Sposetti ma anche di molti altri dirigenti “rossi” e degli inciuci con Berlusconi. L'attesa per l’uscita di “Tramonto rosso” è alta. La data prevista pareva essere quella di giugno, ora invece si parla di fine ottobre. E c’è chi sussurra si stia preparando un capitolo esplosivo incentrato sull’influenza del Pd all’interno del Tribunale di Milano, utile a coprire qualcuno e a “far fuori” qualcun altro…

GLI AFFARI SPORCHI DEI “ROSSI” – Il libro, secondo le intenzioni degli autori, andrebbe usato come uno strumento per capire più a fondo da chi è composta la classe politica di centrosinistra che si propone di rinnovare il Paese. Scritto come un viaggio in Italia, da nord a sud, regione per regione, città per città indaga su protagonisti, affari, scandali e inchieste. I contenuti sono ancora top secret ma di certo si sa che nel libro si parla di uomini chiave come l'ex capo della segreteria politica Pd Filippo Penati, accusato di aver imposto tangenti, o il tesoriere della fu Margherita Luigi Lusi, che ha fatto sparire 22 milioni di euro di fondi elettorali. Si parla anche del Comune di Serramazzoni (Modena) e delle indagini su abusi edilizi e infiltrazioni mafiosi mai così massicce proprio dentro la roccaforte emiliana. Pinotti e Santachiara mettono anche in luce il pericoloso rapporto del Pd con gli istituti bancari, da Unipol a Monte dei Paschi, per arrivare al controverso sistema sanitario delle regioni rosse. Insomma, il Pd non sarebbe diverso dagli altri partiti. Anzi.

UN’EMINENZA ROSSA AL TRIBUNALE DI MILANO? – Per l’uscita di “Tramonto rosso” si parlava inizialmente di giugno 2013. Da Chiarelettere fanno sapere che uscirà a fine ottobre. Il libro di Pinotti e Santachiara è tanto atteso che si sono create alcune voci. C’è chi dice che quello che pare un ritardo sia dovuto a un argomento particolarmente delicato affrontato nell’inchiesta degli autori, cioè la presunta “eminenza rossa” che agirebbe all’interno del tribunale forse più importante d’Italia, quello di Milano. Possibile che ci siano riferimenti al caso delle scalate bancarie seguito dall’allora gip di Milano, Clementina Forleo? Un’inchiesta nella quale si facevano nomi molto grossi del Pd, allora Ds. L’ex magistrato Ferdinando Imposimato raccontò di un ristretto summit nell’ufficio di Anna Finocchiaro che portò all’ispezione ministeriale ai danni del gip Forleo, la quale qualche mese dopo finì trasferita a Cremona. Il tutto sarebbe stato condito da carte “custodite” nei cassetti del tribunale e promozioni ad hoc per chi avrebbe ostacolato Forleo. Da allora c’è chi parla di una forte influenza “rossa” sul tribunale milanese. Possibile che Pinotti e Santachiara si siano occupati anche di questo materiale potenzialmente esplosivo? La risposta la avremo tra qualche settimana nelle librerie.

Tags:
tribunalepinottipd
in evidenza
Kardashian, lato B o lato A? E il tatto di lady Vale Rossi...

Diletta, Wanda... che foto

Kardashian, lato B o lato A?
E il tatto di lady Vale Rossi...

i più visti
in vetrina
Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020

Alica Schmidt eletta l'atleta più sexy di Tokyo 2020





casa, immobiliare
motori
Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia

Si rubano circa 70 motoveicoli al giorno in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.