A- A+
Cronache

Un uomo di 53 anni, cognato della collaboratrice di giustizia Giuseppina Pesce, e' rimasto vittima di un attentato oggi pomeriggio a Rosarno, nel Reggino. L'uomo, secondo quanto si e' appreso, e' ricoverato in ospedale ma non sarebbe in pericolo di vita. L'ordigno sarebbe stato piazzato al cancello dell'azienda agricola che il 53enne, fratello del nuovo compagno della collaboratrice di giustizia, figlia di Salvatore Pesce, gestisce nella cittadina della Piana di Gioia Tauro.

La bomba sarebbe esploso quando il cancello e' stato aperto. Sul fatto indagano i carabinieri. Gli inquirenti stanno analizzando la scena del crimine e la bomba usata per compiere l'attentato. Giuseppina Pesce ha iniziato la sua collaborazione subito dopo essere stata arrestata nell'ambito della maxioperazione dell'antimafia di Reggio Calabria denominata "All inside", contro la potente cosca Pesce di Rosarno. Le sue dichiarazioni sono risultate molto importanti durante il processo per definire ruoli e strategia del clan.

Tags:
rosarnobombaesplosione
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare





casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.