A- A+
Cronache

Di Pietro Mancini

Il magistrato don Antonio Esposito frequentava e sentiva, spesso, al telefono l'avvocato Mario Nocito, in carcere per associazione mafiosa e corruzione, nell'ambito dell'inchiesta, che ha portato in cella anche il Sindaco di Scalea, don Pasquale Basile.

Ovviamente, la imbarazzante frequentazione, le "relazioni pericolose"- come le ha definite il "Corriere della Sera" - del Presidente della sezione feriale della Cassazione, che nell'agosto scorso ha condannato Berlusconi, non autorizza nessuno a sostenere che l'alto magistrato campano fosse consapevole della presunta mafiosità del legale o "concorrente esterno" della spietata cosca calabrese.

Ma, allora, perché il principio del "non poteva non conoscere" la presunta frode fiscale, nella vicenda dei diritti Mediaset, è stato, dallo stesso Esposito e dai suoi colleghi alti magistrati, ritenuto determinante, per la condanna, definitiva, del Presidente di Forza Italia?  Anche se, all'epoca, il Cavaliere guidava il governo del Paese e aveva lasciato al dottor Fedele Confalonieri la gestione  sua azienda. Si tratta di un caso di "doppiopesismo" politico-giudiziario ?


 

Tags:
antonio espositogiudice
in evidenza
Tatangelo, bikini fa girare la testa Britney Spears senza il reggiseno

E Ilary Blasi... FOTO DELLE VIP

Tatangelo, bikini fa girare la testa
Britney Spears senza il reggiseno

i più visti
in vetrina
Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi

Federica Pellegrini, balletto irresitibile da medaglia d'oro dopo le Olimpiadi





casa, immobiliare
motori
A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km

A luglio i motociclisti italiani in sella per 14mila ore e quasi 8mila km


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.