A- A+
Cronache

Telefonate, sms, cene, confidenze, raccomandazioni, consigli con l'avvocato Mario Nocito, finito in cella per associazione mafiosa e corruzione. Antonio Esposito, il giudice della Cassazione che ha condannato in via definitiva Silvio Berlusconi nel processo Mediaset, è stato convocato a Cosenza per testimoniare sui rapporti e sulle conversazioni intrattenute con il legale, coinvolto nell'inchiesta "Plinius" a Scalea, in Calabria.

Dalle intercettazioni, come racconta il Corriere della Sera, traspare un rapporto molto confidenziale tra Esposito e Nocito, che gli inquirenti hanno considerato il trait-d-union tra politica e associazioni mafiose: non solo telefonate, ma sms, confidenze, cene a Scalea, dove il giudice si recava molto spesso, consigli legali o di natura politica, favori  importanti come quello offerto in occasione della bocciatura del figlio di Nocito al concorso in magistratura. "Fallo venire da me domani", invitò Esposito, che nel colloquio col giovane gli consigliò di aspettare a fare ricorso contro la decisione degli esaminanti.

Tags:
espositogiudicemafiatelefonate
in evidenza
Chiara Ferragni: look audace al concerto di Fedez. Foto

"E' il mio corpo, la mia scelta"

Chiara Ferragni: look audace al concerto di Fedez. Foto

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari EssilorLuxottica e Meta: ecco i nuovi Smart Glasses Ray-Ban Stories

Scatti d'Affari
EssilorLuxottica e Meta: ecco i nuovi Smart Glasses Ray-Ban Stories





casa, immobiliare
motori
Renault elettrifica la gamma commerciale con Kangoo van e-tech

Renault elettrifica la gamma commerciale con Kangoo van e-tech


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.