A- A+
Cronache
Eterologa, intesa tra le Regioni. Approvate le linee guida

E' svolta nella fecondazione eterologa in Italia. L'accesso al trattamento e' consentito a donne in eta' fertile e, comunque, mai di eta' superiore ai 50 anni. Per le donne fino a 43 anni il trattamento, considerato una cura normale e per questo inserito nei Lea (Livelli essenziali di assistenza), sara' erogato dal Servizio sanitario nazionale gratuitamente o dietro pagamento di un ticket, il cui importo sara' simile alla cifra attualmente richiesta per la fecondazione omologa. Sono i punti chiave delle Linee guida approvate oggi dalla Conferenza delle Regioni a seguito della recente sentenza della Corte costituzionale.

Ora ogni regione le recepira', con delibera di giunta o specifico provvedimento, cosi' da rendere omogeneo l'accesso a tale metodica in tutto il Paese. Tra gli altri punti contenuti nelle linee guida, le donazioni potranno essere effettuate, in forma volontaria e totalmente gratuita, da uomini tra i 18 e i 40 anni e da donne tra i 20 e i 35 anni. Complessivamente potranno essere effettuate solo dieci donazioni da ciascun individuo, con una deroga solo nel caso in cui una coppia che abbia gia' avuto un figlio con il gamete di un donatore, voglia una seconda gravidanza. I donatori resteranno sempre anonimi, tranne "in casi straordinari, dietro specifica richiesta e con procedure istituzionalizzate, per eventuali problemi medici della prole, ma in nessun caso alla coppia ricevente".

I donatori/donatrici "non hanno diritto di conoscere l'identita' del soggetto nato per mezzo di queste tecniche e il nato non potra' conoscere l'identita' del donatore/donatrice". E non sara' possibile per i pazienti scegliere le caratteristiche fenotipiche del donatore, ma il Centro dove verra' praticata la fecondazione eterologa dovra' "ragionevolmente assicurare la compatibilita' delle principali caratteristiche del donatore con quelle della coppia ricevente", in considerazione del fatto che "la fecondazione eterologa e' un progetto riproduttivo di genitorialita' per mezzo dell'ottenimento di una gravidanza". Quanto alle regole per i Centri, questi dovranno garantire "la tracciabilita' del percorso delle cellule riproduttive dalla donazione all'eventuale nascita. I gameti devono essere raccolti presso il Centro che esegue la crioconservazione. Il centro pma che pratica l'eterologa deve avere un archivio dedicato (cartaceo ed elettronico) dove verranno conservate le cartelle cliniche dei donatori e accessibile solo da personale sanitario autorizzato".

Dal presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamaprino, "un appello accorato al Parlamento affinche' metta mano a questa materia legiferando in tempi brevi. Nel frattempo, le Regioni partiranno con l'eterologa" grazie alle Linee guida approvate oggi. Chiamparino ha sottolineato anche che l'approvazione delle stesse "e' un'operazione di valore politico forte. Abbiamo fatto una cosa che in Italia non viene tenuta molto in considerazione: mantenere gli impegni assunti. Ad agosto infatti - ha ricordato - dopo che il governo aveva deciso di non procedere col decreto, avevamo evidenziato la necessita' di linee guida (elaborate ed emesse in quegli stessi giorni dalla regione Toscana, ndr) e ci eravamo assunti l'impegno di farle rapidamente".

Il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, parla di "decisione saggia delle Regioni per evitare che ci fossero ulteriori partenze in avanti senza una copertura, quindi c'e' almeno un criterio uguale per tutti quanti", e ritiene necessaria una legge parlamentare dal punto di vista funzionale, operativo e pratico: per dare una copertura economica alle Regioni "che in questa fase andranno un po' a 'random' ma dopo avranno bisogno di una stabilizzazione strutturale che serve per legge" e poi per l'istituzione - ai fini della sicurezza - del registro nazionale dei donatori "che ci permetta la tracciabilita' dei gameti e soprattutto la certezza che uno stesso donatore non faccia piu' di un 'tot' di donazioni da cui possa nascere un numero imprecisato di bambini".

Tags:
eterologaregionilinee guida
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.