A- A+
Cronache
Eutanasia: è morta Gloria, secondo caso di suicidio assistito in Italia
(Fonte: IPA)

Eutanasia, è morta "Gloria": in Italia è il secondo caso di suicidio assistito

E' morta ieri Gloria (nome di fantasia), paziente oncologica veneta di 78 anni: è la seconda persona in Italia ad aver scelto di porre fine alle proprie sofferenze tramite l'aiuto alla morte volontaria, reso legale a determinate condizioni dalla sentenza della Corte costituzionale 242/2019 sul caso Cappato-Antoniani.

Gloria è, inoltre, la prima persona nel nostro Paese ad aver ottenuto la consegna del farmaco e di quanto necessario da parte dell'azienda sanitaria. Lo rende noto L'Associazione Luca Coscioni. "La vita è bella, ma solo se siamo liberi. E io lo sono stata fino alla fine. Grazie", è stato il suo ultimo messaggio lasciato all'Associazione Luca Coscioni.

LEGGI ANCHE: Olanda choc, ok all'eutanasia anche per i bimbi sotto i 12 anni

"In Veneto è stata rispettata la sentenza Cappato della Corte Costituzionale, ma la proposta di legge regionale Liberi Subito appena depositata è fondamentale per avere tempi certi e assistenza", il commento di Filomena Gallo e Marco Cappato dell'Associazione Luca Coscioni.

La procedura di suicidio medicalmente assistito è avvenuta sotto il controllo medico del dottor Mario Riccio, consigliere Generale dell'Associazione Luca Coscioni, che nel 2006 aveva assistito Piergiorgio Welby ed era stato il medico di fiducia di Federico Carboni, il primo italiano un anno fa ad aver chiesto e ottenuto nelle Marche il 16 giugno 2022 l'accesso alla tecnica.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
assistitoeutanasiagloriaitaliasuicidio
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

Guarda il video

Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia


in vetrina
Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini





motori
Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.